Trascinati da un sontuoso Anthony Davis (19 punti, 11 rimbalzi, 5 assist e 6 stoppate), i Los Angeles Lakers hanno battuto nettamente gli incerottati Memphis Grizzlies. Ottima prova anche Austin Reaves (16 punti, 12 rimbalzi e 7 assist), a suo agio nel ruolo di sesto uomo. Entrambi, al termine della gara, hanno commentato la bella vittoria conquistata dai gialloviola.

Leggi anche:

💬 Anthony Davis: «Non mi interessa la sfida con Jackson Jr.»

I californiani hanno dominato contro la squadra del Tennessee, già eliminata nel primo turno degli scorsi playoff. Nel secondo tempo la squadra di Darvin Ham ha sempre avuto un vantaggio di almeno 15 lunghezze, permettendo a Davis e LeBron James di non scendere in campo nell’ultimo quarto.

Al termine della gara, Chris McGee di Spectrum SportsNet ha chiesto «Quand’è stata l’ultima volta che tu e LeBron vi siete rilassati nel quarto periodo?» e The Brow non ha risparmiato una frecciata ai rivali:

«Ne è passato di tempo, probabilmente credo sia stata proprio l’ultima volta che abbiamo giocato contro di loro.»

Poi Metta World Peace gli ha chiesto se punto a vincere il Defensive Player of the Year e se il fatto di non averne mai vinto uno lo irritasse. Anche in questo caso AD è molto schietto:

«Io cerco di proteggere il pitturato e fare il massimo in difesa. Dico ai miei compagni “Pressate il portatore di palla, date il massimo e incanalate tutto verso di me. Io farò il resto.” Faccio questo ogni anno, provo ad essere una presenza e aiutare i miei compagni nel migliore dei modi, sia in attacco che in difesa.»

«Ma questo lo faccio da tanto tempo, Metta, e farò sempre la stessa cosa. Guido la lega nella difesa sul pick-and-roll, nelle stoppate, nei rimbalzi… Non so cos’altro potrei fare. Continuerò a fare il mio lavoro e magari un giorno, si spera, vincerò quel trofeo.»

Poco dopo, parlando con i media in sala stampa, Anthony Davis ha analizzato la partita:

«Stasera abbiamo giocato con senso d’urgenza. Credo sia stata la nostra prima gara in cui abbiamo giocato come sappiamo per tutti e 48 i minuti su entrambi i lati del campo. […] I ragazzi sono scesi in campo con fiducia, hanno giocato in ritmo. I nostri passaggi erano coi tempi corretti e abbiamo fatto le giuste letture.»

«Questa probabilmente è stata la prima gara della stagione in cui ci siamo divertiti un po’. Siamo tornati a giocare la pallacanestro dei Lakers, quella in cui il tuo compagno ha fiducia in te e rende ottima una buona giocata, oppure un buon tiro in un’ottima conclusione. Questo dimostra che il tuo compagno di squadra ha fiducia in te. Abbiamo costruito buoni tiri e li abbiamo segnati, questa è stata la grande differenza.»

Anche i reporter chiedono al numero 3 dei Lakers se ha preso sul personale la sfida col miglior difensore della scorsa stagione, Jaren Jackson Jr.

«Non ho preso sul personale il matchup con JJJ o Memphis. Sono sceso in campo provando a dare il massimo come faccio sempre.»

Piuttosto, AD è interessato al montepremi dell’NBA In-Season Tournament:

«Cinquecentomila dollari sono davvero una buona cosa. Cercheremo di portarli a casa, capite cosa intendo? Ho sentito uno dei ragazzi – non vi dirò chi – dire dopo la vittoria di Phoenix “Questo è un passo in avanti verso i 500.000, non ho mai avuto un’occasione così.” E come… Una sorta di motivazione extra.»

Infine, The Brow ha rivolto un pensiero sincero all’atletismo di Jaxson Hayes:

«È pazzesco. Salta molto più in alto di me.»

❗️ Austin Reaves: «Davis non deve farsi le treccine»

Nel corso della gara contro i Grizzlies, i Lakers hanno pareggiato il record di franchigia realizzando 22 delle 35 triple tentate. Prezioso il contributo di Austin Reaves, che ha segnato tutte le quattro conclusioni tentate da oltre l’arco.

«Abbiamo giocato un’ottima partita, per tutti e 48 i minuti ci siamo aiutati l’uno con l’altro. Abbiamo giocato nel modo giusto. Semplicemente il pallone entrava nel canestro, questa è una bella cosa, capite?»

«Ogni volta che tiriamo bene da tre, quando ci sono LeBron James ed Anthony Davis in campo gli consentiamo di esprimersi al meglio, perché gli creiamo lo spazio necessario. Loro così hanno l’opportunità di giocare a due l’uno con l’altro. Segnare come abbiamo fatto stasera è una bella cosa da vedere.»

Hillbilly Kobe poi ha commentato la prestazione di AD e il lob che ha alzato per Jaxson Hayes:

«Non gli consentiremo di intrecciarsi i capelli. Deve rimanere ‘Fro Davis.»

«Nel finale ho visto Jaxon correre e mi sono detto “Ho già tre perse, una quarta non ucciderà nessuno”, quindi gli ho alzato il pallone ed è riuscito a schiacciarlo.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Mercoledì 15 e Giovedì 16 Novembre per affrontare i Sacramento Kings alla crypto.com Arena.

In copertina: Anthony Davis ed Austin Reaves al termine della gara tra Lakers e Grizzlies alla crypto.com Arena di Los Angeles, California. (Adam Pantozzi, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent