Back-to-back per i Los Angeles Lakers 💜💛 (9-6), che dopo il blowout inflitto ai Jazz tornano in campo per affrontare i Dallas Mavericks (9-5).

I gialloviola sono di privi Cam Reddish (fermato da un problema all’inguine contro Utah), Gabe Vincent e Jarred Vanderbilt. Ham schiera l’inedito quintetto composto da Russell, Prince, Christie, James e Davis; Kidd non dispone del solo Maxi Kleber e replica con Doncic, Irving, Williams, Jones Jr. e Lively II.

Leggi anche:

🏀 Lakers vs Mavericks: Recap

Non passano neppure 10″ e gli animi si scaldano, con James infastidito dalle “attenzioni” riservategli da Williams. La gara è frenetica: entrambe le squadre sprecano nel pitturato, ma segnano da oltre l’arco: i ragazzi dell’ex Jason Kidd colpiscono con Irving e Williams, L.A. replica con Max Christie e Prince: 10-10 con 6:34 sul cronometro.

Il match diventa un classico back-and-forth game: i Mavericks allungano con Tim Hardaway Jr., i Lakers replicano con le easy dunk di Davis e cinque punti di Hachimura. Doncic riporta avanti Dallas, poi – dopo il pareggio di Reaves – Darvin Ham decide di chiudere la frazione senza AD e LBJ. Scelta fatale, poiché gli angeleni non segnano più e i texani allungano con Exum ed Irving: 25-29 a fine primo quarto.

In transizione Green e Dante Exum capitalizzano un paio di errori di James, che si riscatta pregevole servizio per Reaves. Austin prova a sostenere il compagno, creando per Rui Hachimura e lo stesso LeBron, ma è troppo poco. Dallas allunga ancora con le triple di Green e Doncic: 33-45 a sei minuti dall’intervallo lungo.

I Mavericks scappano via con le triple di Derrick Jones Jr., mentre i Lakers restano a scia a fatica con l’and-one di Russell e un paio di canestri di Anthony Davis. Tuttavia, i padroni di casa faticano a controllare i rimbalzi difensivi e contenere la transizione dei texani, che allungano ancora con le giocate di Irving e Doncic: 46-62 a fine primo tempo.

🔄 I Mavericks dilagano, i Lakers rientrano

Al rientro in campo i californiani provano a ridurre lo svantaggio: Christie schiaccia, James colpisce da tre e D’Angelo Russell aggiunge sette punti. Dallas non si scompone, con Dereck Lively II produce seconde opportunità e con cinque punti a testa del duo Luka & Kyrie conserva la doppia cifra di vantaggio: 60-72 con 7:05 sul cronometro.

Dopo un tentativo di alley-oop Lively cade malamente ed è costretto a lasciare il campo, ma il leitmotiv della gara non cambia: Grant Williams colpisce da tre, Luka aggiunge sei punti guidando il pick-and-roll. I Lakers provano a resistere con qualche sporadico canestro di Prince, Reaves e Christie, ma i Mavericks dilagano con le triple di Irving e Josh Green: 71-91 all’ultimo mini-break.

Dallas molla un po’ la presa, i gialloviola difendono con maggiore attenzione ed intensità e riescono a ridurre le distanze. James completa un gioco da tre punti, poi Austin Reaves colpisce da tre, serve LeBron sul perimetro e segna due volte dal mid-range: 84-93 a 7:09 dalla sirena.

I Mavericks segnano solo dalla lunetta (4/4 per Doncic) e i Lakers accorciano ancora con Taurean Prince e cinque punti di James. La rincorsa angelena viene fermata dagli errori di Hayes e LBJ (0/4) dalla lunetta, poi Luka Doncic e Irving fermano il digiuno texano (0/12 nei primi 7:25 del quarto): 92-99 a poco più di tre minuti dalla sirena.

🔄 Kyrie Irving beffa LeBron James

La gara non è finita: LeBron segna da tre, Kyrie sbaglia e Prince può siglare il layup del -2. I Mavs si affidano a Luka, che viene contenuto da AD e stoppato da Russell. Gli arbitri sanzionano l’intervento di DLo, salvo cambiare il fischio dopo il challenge di Ham. Dopo la rimessa Reaves attacca senza paura e piazza il floater della parità. Dallas sbaglia ancora e Hillbilly Kobe prova a concedere il bis sbagliando, ma il suo errore viene corretto da LeBron James, che segna il tap-in del +2 con 76″ sul cronometro.

I texani si affidano a Doncic, ma la tripla dal palleggio dello sloveno si spegne sul ferro. I californiani lasciano scorrere il tempo, poi James non attacca Irving preferendo un jumper dalla lunga distanza, ma anche il suo tentativo è fuori misura. Palla a Luka, che stavolta preferisce servire Kyrie Irving sul perimetro: solo rete, +1 Mavericks.

I Lakers hanno 22″ per vincere la gara: Reaves serve James, sempre accoppiato con Irving, ma il quattro volte MVP non prova l’affondo e cerca Davis con un’improbabile entry-pass che diventa un pesantissimo turnover. Kyrie segna i liberi del +3 a 2.8″ dalla sirena. La tripla del pareggio si spegne sul ferro, così come rimonta angelena. 101-104 è il punteggio finale.

📊 Stats & Box Score

James chiude con 26 punti (9/19 dal campo, 4/9 dall’arco e 4/7 dalla lunetta), 9 rimbalzi, 7 assist con 3 palle perse in 36 minuti. Per Davis 10 punti (4/10 al tiro e 2/2 ai liberi), 13 rimbalzi, 4 assist, 2 stocks e 3 turnover in poco meno di 37 minuti sul parquet.

In doppia cifra anche Reaves (17+6+6 con 7/14 dal campo e 2 perse), Russell (15+3+5 con 2/4 da tre) e Prince (14+6+2 con 6/10 al tiro). A referto anche Hachimura (9+3+1 con 4/11 dal campo), Christie (7 punte e 2 rimbalzi con 1/4 dall’arco), Hayes (2+4) e Wood (1+5+1).

Il top scorer dei Mavericks è Doncic (30+12+8 con 10/26 dal campo e 3/12 dall’arco). In doppia cifra anche Irving (28+6+2 con 11/22 al tiro e 4/8 da tre) e Green (15+3+1).

Box Score at NBA.com

📺 Lakers vs Mavericks: Highlights

🗨️ Post Game Quotes

🏆 Lakers vs Mavericks: Fan Survey

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (1:30 🇮🇹) tra Sabato 25 e Domenica 26 Novembre per affrontare i Cleveland Cavaliers alla Rocket Mortgage FieldHouse.

In copertina: Luka Doncic e LeBron James durante la gara tra Lakers e Mavericks alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Kevork Djansezian, Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent