Tornati al successo contro i Clippers, i Los Angeles Lakers 💜💛 (18-19) cercano il bis contro i Toronto Raptors (15-21), reduci da tre vittorie nelle quattro gare giocate dopo l’acquisizione di Quickley in cambio di Anunoby e Achiuwa.

I gialloviola sono privi di Rui Hachimura e Gabe Vincent, i canadesi non dispongono di Otto Porter Jr. e Jakob Poeltl. Ham conferma lo starting five composto da Reaves, Prince, Reddish, James e Davis. Rajakovic replica con Quickley, Barrett, Barnes, Siakam e Young.

Leggi anche:

🏀 Lakers vs Raptors: Recap

In avvio la squadra di Darko Rajakovic cerca d’imporre il proprio ritmo, spinge la transizione appena possibile e muove il punteggio con le giocate di Siakam e Barnes. I ragazzi di Darvin Ham si affidano ad un’esecuzione tanto semplice quanto efficace: James to Davis. AD è incontenibile nello sguarnito pitturato avversario e fissa il 16-15 con 5:44 sul cronometro. Per The Brow già 13 punti con un solo errore al tiro.

Con l’avvio delle rotazioni le percentuali di entrambe le squadre calano e la gara vive una fase di stanca: i Lakers muovono il punteggio con Reaves e Christian Wood, i Raptors restano in scia con Barrett e Siakam. I californiani allungano con Russell e AD (da tre), i canadesi replicano con la tripla dell’ex Dennis Schröder: 28-24 a fine primo quarto.

La sfida non decolla, si difende senza intensità mentre l’esecuzione offensiva è a dir poco farraginosa. L.A. colleziona errori gratuiti ed evitabili tecnici, i tiratori di Toronto saggiano la consistenza dei ferri della crypto.com Arena. I padroni di casa producono (…) con DLo e Max Christie, gli ospiti rispondono con RJ Barrett: 39 a 34 a sei minuti dall’intervallo lungo.

I Lakers accelerano con Reaves e una tripla da dieci metri di James, ma frenano immediatamente non riuscendo più a servire Davis contro la zona dei Raptors, mentre AR soffre Barrett su entrambi i lati del campo. I californiani sparacchiano da tre (solo Cam Reddish a segno) e i canadesi prima tornano sotto con Quickley, poi piazzano il sorpasso con le triple di Barrett e Scottie Barnes: 51-53 a metà gara.

🔄 I Lakers piegano i Raptors in volata

La sosta non giova all’attacco angeleno, che genere solo un paio di canestri sporadici con James e Davis. Toronto allunga con le triple di Quickley, Barrett e Barnes, L.A. prova a rispondere con Reddish e Taurean Prince, poi Cam spreca il possesso del potenziale pareggio che viene subito capitalizzato da Immanuel Quickley, a segno altre due volte da oltre l’arco: 62-70 con 6:40 sul cronometro.

I Lakers si affidano a James, che annulla il vantaggio dei Raptors attaccando il pitturato e segnando dalla lunetta. I gialloviola tornano avanti con le triple di Christie e DLo, poi riescono persino ad allungare con una bimane di Vanderbilt e la transizione chiusa da D’Angelo Russell. Ma come nei più classici back-and-forth game i canadesi replicano prontamente con cinque punti a testa di Gary Trent Jr. e Schröder: 88-89 all’ultimo mini-break, durante il quale un fan realizza il Big Shot Jackpot da 100.000 dollari.

Wood si prende la scena siglando il pareggio, poi stoppa Barnes e risponde alla tripla di Trent Jr. Ma l’effort di CW35 viene vanificato dallo stesso Scottie, che respinge un paio di conclusioni e realizza due volte. Thaddeus Young sigla il +5 con la combo steal & fastbreak, Davis e LeBron James rispondono con una schiacciata e una tripla a testa: 105-105 con 5:47 sul cronometro.

La gara diventa frenetica e nervosa: Reddish e Pascal Siakam segnano da tre, poi dopo una lunghissima review sul quinto fallo di Quickley la terna arbitrale “promuove” lo sfondamento (…e sesto fallo) dell’ex Knicks a flagrant foul di tipo 1 (punizione eccessiva). Toronto non molla e tornano avanti con un’altra tripla dell’ala camerunese, seguita da quella di Austin Reaves: 114-112 a tre minuti dalla sirena.

Siakam è il go-to guy dei Raptors e replica prima all’and-one di AD, poi al 2/2 di Reaves. Christie sbaglia un libero e Barrett accorcia ancora (-2) con un bel layup. RJ poi intercetta un pigro entry pass di James, che si riscatta stoppando la transizione di Barnes, ma l’errore del compagno viene trasformato da Schröder nell’assist per la tripla del sorpasso di Trent Jr.

〰️ Fear The Brow!

Ma le emozioni non sono finite. Anthony Davis sfrutta il mismatch per appoggiare al tabellone, poi stoppa Barnes e nel possesso successivo segna altri due liberi. The Brow è ancora protagonista nella propria metà campo, subendo il fallo in attacco di Barrett, che di fatto chiude la gara. AD è ancora freddo dalla lunetta e sigla il +5 a 24″ dalla fine.

Toronto ci prova fino alla fine: Barnes schiaccia un paio di volte, Schröder e Siakam segnano da tre. Ma Davis e Reaves non tremano e realizzano i liberi che chiudono la gara: 132-131, Lakers Win!

📊 Stats & Box Score

Davis chiude con 41 punti (13/17 dal campo, 2/2 dall’arco e 13/14 dalla lunetta), 11 rimbalzi, 6 assist, 1 stoppata e 3 perse in quasi 40 minuti sul parquet. Per James 22 punti (8/17 al tiro con 2/5 da tre e 4/6 ai liberi), 2 rimbalzi, 12 assist, 1 recupero, 1 stoppata e 3 turnover in poco più di 35 minuti sul parquet.

Chiudono in doppia cifra Reaves (11+3+7 con 3/10 dal campo), Reddish (13 punti con 4/6 dall’arco), Prince (11 punti, 4 rimbalzi e 2 recuperi), Wood (14+4) e Russell (11+1+5). A referto anche Vanderbilt (3+6+1) e Christie (6+4+2). DNP per Hayes, Hood-Schifino, Lewis, Mays e Windler.

Il top scorer dei Raptors è Barnes (26+3+6 con 11/20 dal campo). In doppia cifra anche Siakam (25+4+3 con 10/17 al tiro), Barrett (23+10+5), Quickley (21+5+5), Trent Jr. (14 con 4/6 da tre) e Schröder (10+2+6).

Box Score at NBA.com

🗨️ Post Game Quotes

📺 Lakers vs Raptors: Highlights

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Giovedì 11 e Venerdì 12 Gennaio per affrontare i Phoenix Suns alla crypto.com Arena.

In copertina: Anthony Davis durante la gara tra Lakers e Raptors alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Robert Gauthier, Los Angeles Times)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent