Chiuso il road trip in Texas con la sconfitta contro gli Spurs, i Los Angeles Lakers 💜💛 (15-12) tornano in California per affrontare i New York Knicks (14-11).

Prima della partita la franchigia della California ha issato il banner celebrativo della vittoria nella prima edizione della NBA In-Season Tournament (leggi i dettagli).

I gialloviola non dispongono “solo” di Gabe Vincent e Jalen Hood-Schifino, pertanto Ham torna allo starting five composto da Russell, Prince, Reddish, James e Davis. Thibo, privo di Mitchell Robinson, replica con Brunson, DiVincenzo, Barrett, Randle e Sims.

Leggi anche:

🏀 Lakers vs Knicks: Recap

In avvio entrambi gli attacchi eseguono poco, accontentandosi della prima conclusione disponibile. I tiratori sono imprecisi e il fondo della retina viene trovato solo da Russell e Donte DiVincenzo. La gara stenta a decollare e le percentuali al tiro restano basse (33.3% complessivo). La tripla di Taurean Prince e i liberi di Barrett fissano il 14-13 con 5:44 sul cronometro.

I Knicks alzano il ritmo con le giocate di Brunson e Randle, mentre Reaves e Rui Hachimura provano a ravvivare l’attacco dei Lakers: Austin segna da tre e subisce uno sfondamento, il giapponese chiude un and-one. Ham abbassa il quintetto, ma i losangelini faticano in attacco e patiscono la stazza dei newyorchesi, che allungano con lo scatenato Immanuel Quickley (11 per lui): 27-35 a fine primo quarto.

Ham torna sui suoi passi inserendo Hayes, ma L.A. soffre comunque la presenza a rimbalzo di Isaiah Hartenstein. Tuttavia, i tiratori di New York sbagliano a ripetizione e californiani accorciano con Austin Reaves, che produce per sé e i compagni. Ma è troppo poco: Brunson colpisce da tre, poi Josh Hart porta a dieci le lunghezze di vantaggio. La tripla di Prince fissa il 39-46 a sei minuti dall’intervallo lungo.

L’attacco dei Lakers soffre la difesa di coach Tom Thibodeau e produce due airball (!) con LBJ e DLo, i Knicks sono imprecisi da tre ma allungano ancora (+12) con Randle e Brunson. Le triple di Prince e Russell sbloccano i gialloviola, che tornano sotto con l’energia di Vanderbilt e i canestri di Anthony Davis. The Brow completa anche un gioco da tre punti, poi stoppa Hart e piazza il jumper del 58-57 a metà gara.

🔄 I Knicks tengono a distanza i Lakers

Al rientro in campo James (3/10 nel primo tempo) prova a mettersi un ritmo: segna in penetrazione e colpisce da tre, poi assiste le schiacciate di AD e Cam Reddish. New York non resta a guardare, difende con maggiore intensità e punisce ogni errore angeleno, dopo un paio di viaggi in lunetta RJ Barrett e Randle siglano il contro sorpasso: 69-72 con 7:05 sul cronometro.

I Lakers annullano lo svantaggio col duo ‘Bron & The Brow e tornano avanti con una tripla di Reaves, poi la squadra di Darvin Ham vive un momento di confusione assoluta e subisce un duro parziale dai Knicks. Brunson colpisce da tre, Quickley aggiunge cinque punti poi dall’angolo Quentin Grimes sigla il canestro dell’80 a 90 all’ultimo mini-break. Per NY 15-2 di parziale negli ultimi 3:37 del terzo quarto.

Hachimura, da tre, rimette in moto i californiani, poi la gara vive una fase di pessimo basket caratterizzata dagli errori di entrambe le squadre (5 turnover). Lo scempio cessa con le giocate di Reaves, che pesca James e completa un gioco da tre punti. New York replica con la tripla di Jalen Brunson, a segno anche dopo un tap-in di Hartenstein: 91-101 con 5:47 sul cronometro.

I gialloviola provano a rientrare con LeBron James, che assiste due volte Davis e trova il canestro attaccando dal post. Il quattro volte MVP, poi, vola in transizione dopo una palla a due e schiaccia il -4.

Al rientro dal timeout i Lakers difendono alla grande per 20″, poi Julius Randle piazza la giocata della serata segnando da tre contro il braccio proteso di AD. Nell’arena cala il silenzio. Davis e James segnano ancora, ma le successive triple per tornare ad un possesso di distanza vengono fallite da Prince e LeBron. Il liberi finali e il canestro da tre di AD fissano il punteggio finale: 109 a 114.

📊 Stats & Box Score

James chiude con 25 punti (10/23 dal campo, 2/8 dall’arco e 3/4 dalla lunetta), 11 rimbalzi, 11 assist, 1 recupero e 2 perse con -13 di Plus/Minus in oltre 39 minuti sul parquet. Per Davis 32 punti (14/22 al tiro con 1/1 da tre e 3/3 ai liberi), 14 rimbalzi, 2 assist, 1 recupero e 2 stoppate in oltre 35 minuti di gioco.

Male in attacco gli altri titolari: Russell (9+3+4 con 3/10 al dal campo e 3/6 dalla lunga distanza), Prince (9+2+3 con 3/13 dall’arco) e Reddish (4+2+1 con 3 recuperi e 0/4 da tre) non trovano il canestro nei momenti chiave. Dalla panca discreto Reaves (20+3+7 con 6/15 al tiro e 4 perse), male in difesa Hachimura (8+2 con 2 recuperi). Incidono poco Vanderbilt (2 rimbalzi e 3 falli) ed Hayes (2+2). DNP per Christie, Lewis e Wood.

Il top scorer dei Knicks è Brunson (29+4+3). In doppia cifra Randle (27+14+3), Quickley (20+3+2) e Barrett (12+5+4). Hartenstein chiude con 9 punti, 17 rimbalzi di cui 7 in attacco e 4 stocks.

Box Score at NBA.com

🗨️ Post Game Quotes

📺 Lakers vs Knicks: Highlights

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:00 🇮🇹) tra Mercoledì 20 e Giovedì 21 Dicembre per affrontare i Chicago Bulls allo United Center.

In copertina: LeBron James ed Anthony Davis durante la gara tra Lakers e Knicks della crypto.com Arena di Los Angeles. (Adam Pantozzi, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent