Il ricco programma del Martin Luther King Jr. Day si chiude con la terza sfida stagionale tra Los Angeles Lakers 💜💛 (19-21) Oklahoma City Thunder (27-11). Ad inizio dicembre i ragazzi del Sooner State hanno dominato la sfida in California, i losangelini hanno conquistato un bel successo prima di Natale in Oklahoma.

I gialloviola sono privi di Gabe Vincent e Cam Reddish (fermato da un problema al ginocchio), pertanto Ham torna al quintetto composto da Russell, Reaves, Prince, James e Davis. Nessun problema per Daigneault, che replica con Gilgeous-Alexander, Giddey, Dort, Jalen Williams ed Holmgren.

Leggi anche:

🏀 Lakers vs Thunder: Recap

In avvio entrambe le squadre trovano il canestro con facilità: i ragazzi di Daigneault colpiscono da tre con Giddey, Holgrem e Dort; i padroni di casa replicano da oltre l’arco col solo Taurean Prince, ma restano in scia con James e i liberi di Davis. OKC segna ancora dalla lunga distanza con SGA e Jaylin Williams, ma L.A. si porta in vantaggio con Russell e AD, servito due volte da Reaves: 21-19 con 5:12 sul cronometro.

I Thunder sbagliano otto tiri consecutivi e i Lakers provano ad allungare: HillBilly Kobe realizza un floater, poi assiste altre due volte The Brow. Hachimura stoppa Gilgeous-Alexander, ma il canadese si riscatta subito dopo battendo due volte Christie. La squadra di Darvin Ham soffre l’aggressività del quintetto small avversario, così Ousmane Dieng può siglare la tripla del 27-26 a fine primo quarto.

L.A. soffre contro la zona, paga qualche errore di James e muove il punteggio solo con qualche giocata di Russell e Wood. OKC è imprecisa da oltre l’arco e si sposta nel pitturato, producendo con Chet Holgrem e i primi canestri di Jalen Williams. Christian Wood risponde alla tripla di Micic, poi Hachimura stoppa J-Dub e realizza il tap-in del 38 a 37 a sei minuti e mezzo dall’intervallo lungo.

James prova a mettersi in ritmo, ma entrambi gli attacchi faticano. I californiani faticano a servire Davis, subito raddoppiato, gli ospiti trovano il sorpasso con cinque punti di Cason Wallace, la cui tripla arriva dopo due rimbalzi offensivi. I Lakers colpiscono due volte da tre con D’Angelo Russell, i Thunder replicano con SGA, preciso dalla lunetta (4/4) e autore del jumper che chiude il tempo: 50 pari.

🔄 I Thunder soffrono l’intensità dei Lakers

OKC alza il ritmo, segna da tre con Dort e Josh Giddey (subissato dai boo dell’arena) e cerca l’allungo con le giocate di Jalen W. L.A. replica coi canestri nel pitturato di James e Davis, poi torna sotto con Austin Reaves: prima conduce il pick-and-roll servendo LBJ & AD, poi segna da tre e in transizione. Daigneault abbassa ancora il quintetto, J-Dub e Gilgeous-Alexander siglano il 67-67 con 6:05 sul cronometro.

I Lakers tornano avanti con i canestri di Reaves e la transizione di Jarred Vanderbilt, poi si schierano a zona e sfidano i tiratori Thunder, a segno solo colo Dieng. I gialloviola tornano avanti con una tripla di Hachimura e due schiacciate di Davis, mentre l’energia del ritrovato Vando contagia compagni e tifosi, dopo un altro recupero l’ex Wolves costringe SGA al fallo in attacco: 84-76 all’ultimo mini-break.

La gara viva una fase caotica, con diversi possessi sprecati dalla troppa frenesia. I californiani si scuotono con un’altra steal & fastbreak di Vanderbilt, poi allungano con Wood e un paio di layup di LeBron James. OKC non molla, resta in scia con Joe e Jalen Williams, poi accorcia con le triple di Micic e K. Williams. Davis premia un taglio di James, che a sua volta lancia Hachimura in transizione: 99-91 a 5:45 dalla sirena.

I Lakers trovano il massimo vantaggio (+13) con una tripla di Rui Hachimura e un finger roll del quattro volte MVP, ma i Thunder non mollano e capitalizzano un paio di errori angeleni: Dort colpisce da tre, Shai Gilgeous-Alexander schiaccia il 106-100 con 125″ da giocare.

〰️ Anthony Davis chiude la gara

Prince sbaglia da tre, ma OKC non coglie l’occasione. Prima DLo strappa il pallone dalle mani di Holgrem, poi SGA sbaglia dopo il fallo in attacco commesso dallo stesso Russell. Per chiudere la gara, L.A. si affida al pick-and-roll tra James ed Anthony Davis, chiuso dalla veemente bimane di The Brow.

Per la quarta volta nella partita i Thunder convertono un doppio rimbalzo offensivo con una tripla (a segno J-Dub) ma lo scorrere del tempo gioca a favore dei Lakers, che chiudono la gara dalla lunetta con Reaves e Davis. 112-105 è il punteggio finale, Lakers Win!

📊 Stats & Box Score

Davis chiude con 27 punti (9/17 al tiro e 9/10 ai liberi), 15 rimbalzi, 5 assist, 2 recuperi, 1 stoppata e 2 perse in poco più di 38 minuti di gioco. Per James 25 punti (12/20 dal campo con 1/2 dall’arco), 7 rimbalzi, 6 assiste e 5 turnover in quasi 39 minuti sul parquet.

Buona prova per Reaves (15+3+7 con 6/10 al tiro) e Russell (14+2+6 con 3 stocks) positivi anche nella propria metà campo, impreciso al tiro Prince (3+2+3 con 1/5 da tre). Dalla panca bene Wood (11+7 con 3 stoppate), Vandebilt (5+4+2 con 3 recuperi) e Hachimura (12+3). In difficoltà Christie (0/2 al tiro e 1 rimbalzo), impotente contro SGA.

Il top scorer dei Thunder è Jalen Williams (25+3+6 con 10/18 al tiro). In doppia cifra anche SGA (24+3+6 con 9/19 dal campo) e Dort (11+7+1 con 3/8 da tre). In difficoltà Holgrem (9+8+4 con 3 stoppate e 4/9 al tiro) e Giddey (8+5+3 con 2/8 dal campo).

Box Score at NBA.com

🗨️ Post Game Quotes

📺 Lakers vs Thunder: Highlights

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:30 🇮🇹) tra Mercoledì 17 e Giovedì 18 Gennaio per affrontare i Dallas Mavericks alla crypto.com Arena.

In copertina: Anthony Davis durante la gara tra Lakers e Thunder alla crypto.com Arena (Adam Pantozzi, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent