I Los Angeles Lakers hanno subito una netta sconfitta in casa dei Phoenix Suns. Nel primo quarto, i losangelini hanno perso cinque palloni, per 11 points of turnover subiti. Inoltre, i padroni di casa hanno catturato sei rimbalzi offensivi, per 7 second chance points. I numeri non dicono tutto, ma questa volta sono una valida sintesi del bruttissimo primo quarto dei gialloviola.

Al termine della gara Darvin Ham, Anthony Davis e D’Angelo Russell hanno commentato la gara, non risparmiando qualche critica all’arbitraggio. Di seguito le loro parole nel post partita, mentre quelle di LeBron James ed Austin Reaves sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

🤬 Darvin Ham: «Questa discrepanza è frustrante»

Inevitabilmente, la conferenza stampa di Darvin Ham inizia dall’analisi del primo quarto e con una riflessione sul minimo stagionale di tiri dalla lunetta:

«Non sono si possono concedere 45 punti in quarto. Sarai in difficoltà per tutto il resto della gara, soprattutto se non riesci a piazzare un parziale o fermare l’attacco avversario.»

«Abbiamo provato a giocare in transizione e attaccare il canestro, ma abbiamo conquistato solo otto tiri liberi. Non siamo stati bravi abbastanza. Non abbiamo giocato in modo fisico come facciamo solitamente, anche se nella mia mente pensavo lo stessimo facendo.»

Anche se, sollecitato dai reporter, il coach dei Lakers non ha nascosto la sua frustrazione per l’arbitraggio della gara:

«Non sono il tipo che usa gli arbitri come scuse, o come alibi dovrei dire. Ma sta diventando sempre più difficile a causa della discrepanza. Vedo i nostri ragazzi subire gli stessi contatti, mentre stiamo dando il massimo. E il fallo non viene fischiato. Ed è qualcosa su cui puntiamo, cercando di conquistare più liberi ogni partita. È dura.»

«Sto dicendo ai ragazzi di attaccare, di… vivere nel pitturato. E non ti viene chiamato niente. Vedo gli avversari con le mani sulle costole dei nostri, colpiscono la testa, tentato di stoppare un tiro ma commettono fallo… E non viene fischiato nulla, tutto qui. Quindi dobbiamo trovare dei modi per non farlo diventare un problema, ma è difficile. Ancora, è frustrante quando c’è così tanta incoerenza.»

Oltre a questa – evitabile – recriminazione, un’altra affermazione di Ham lascia perplessi:

«I problemi di falli di AD ad inizio gara hanno alterato le nostre rotazioni, questo è uno dei motivi per cui Max Christie non ha giocato nel primo tempo. Con il mio staff stiamo cercando di bilanciare la distribuzione dei minuti tra Spencer Dinwiddie e Max.»

Anche D’Angelo Russell ha detto la sua sull’arbitraggio, con una frase piuttosto polemica:

«Io non tento molti liberi, per cui non ho idea di come gli arbitri gestiscano la cosa, non presto attenzione alla cosa. A loro spesso dico “Non ho bisogno di voi, tanto non tiro dei liberi”.»

〰️ Anthony Davis: «Nurkic ha fatto un ottimo lavoro»

Per la prima volta dallo scorso 10 Marzo, Anthony Davis (6.9 tentativi di media prima della sfida contro i Suns) non ha tentato neppure un libero:

«Il nostro gioco si basa sul guadagnare liberi. Attacchiamo il canestro, presidiamo il pitturato. Soprattutto quando siamo imprecisi da tre – dove siamo molto incostanti – riempiamo l’area e cerchiamo di andare in lunetta.»

«Non sono sicuro se sono stati gli arbitri a non fischiare, oppure loro a non commettere falli. Io ne ho subito almeno un paio. Questo fa parte della nostra identità, del nostro DNA.»

Per la prima volta in carriera, The Brow ha giocato più di 40 minuti e non ha tentato neppure un libero:

«Ad ogni modo, sia che pensiamo di aver subito un fallo oppure no, dobbiamo rientrare in difesa perché loro spingeranno la transizione. Non dobbiamo essere in svantaggio, ma stanotte è successo un paio di volte. Dobbiamo avere la capacità di pensare alla giocata successiva e pensare a difendere, perché nella maggior parte dei casi ce la faranno pagare.»

Davis è stato molto criticato a causa della prestazione di Jusuf Nurkic, che ha chiuso con 18 punti e 22 rimbalzi di cui 7 offensivi:

«Ho cercato di fare il mio lavoro tagliando fuori Nurkic, ma aveva una posizione migliore per catturare i rimbalzi lunghi. Le nostre guardie e ali devono indietreggiare per controllare questi rimbalzi. Alcuni, invece, li ha catturati nel pitturato, quindi avrei dovuto fare meglio. Ma lui è molto grosso fisicamente, quindi non è semplice contrastarlo nell’uno contro uno. Ne hanno catturati troppi e alcuni sono diventati dei canestri da tre che ci hanno fatto male. Nurkic è grosso, ha procurato diversi extra possessi. Ha fatto un ottimo lavoro.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Mercoledì 28 e Giovedì 29 Febbraio per affrontare gli LA Clippers alla crypto.com Arena.

In copertina: LeBron James, Jusuf Nurkic ed Anthony Davis durante la gara tra Suns e Lakers al Footprint Center di Phoenix. (Kate Frese, NBAE via Getty Images)

Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent