I Los Angeles Lakers contro i Phoenix Suns hanno pagato caro il peggior primo quarto della stagione, durante il quale hanno subito ben 45 punti, il peggior passivo dell’anno.

Al termine della gara James riconosce i meriti degli avversari, ma non lesina qualche frecciatina al coaching staff e alla terna arbitrale. Reaves, invece, prova a difendere Davis. Le dichiarazioni di Darvin Ham, The Brow e D’Angelo Russell sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

👑 LeBron James: «Non abbiamo parlato abbastanza dei rimbalzi»

Parlando con i report dagli spogliatoi, l’analisi di LeBron James (28+7+12 con 12/19 dal campo) inizia proprio dalla disastrosa prima frazione:

«Siamo partiti troppo lenti, offensivamente e difensivamente. Quando concedi ad un avversario 45 punti in un quarto, sarà sempre un problema. Specialmente se non sei in grado di segnarne altrettanti.»

Con Devin Booker (21 punti con 8/18 al tiro e 3 perse) e Kevin Durant (22 punti con 7/20 dal campo e 3 turnover), i Lakers non sono riusciti a contrastare il supporting cast dei Suns. Tutti i titolari di Phoenix hanno segnato almeno 18 punti, O’Neale ed Allen hanno combinato 12/22 dalla lunga distanza. Il Prescelto riconosce i meriti dei comprimari dell’ex coach Frank Vogel:

«In alcuni momenti della gara abbiamo giocato una buona pallacanestro, ma i loro role player hanno fatto un ottimo lavoro al tiro. Royce O’Neale, Grayson Allen e gli altri hanno tirato a meraviglia. Nurkic ha disputato una partita mostruosa, praticamente un 20+20 [18+22+7, ndr].»

«Quindi sì, abbiamo fatto un ottimo lavoro con le loro superstar… Ma questo è ciò che fanno le buone squadre. Hanno altri giocatori che salgono di livello quando conta.»

Phoenix ha catturato 14 rimbalzi offensivi e realizzato 22 second chance points. Numeri nettamente superiori a quelli losangelini, ma James sottolinea come il controllo dei tabelloni non sia imputabile al solo Anthony Davis oltre a chiamare in causa anche il piano pre-partita:

«Loro costringono la difesa ad allargarsi, devi restare sul perimetro e contestare molte triple. Come squadra – guardie e ali – dobbiamo fare un lavoro migliore nel tornare indietro e aiutare Davis sotto canestro. Ci sono stati molti rimbalzi lunghi che lo hanno scavalcato e Nurkic è riuscito a catturarli spingendolo sotto canestro. Royce O’Neale ne ha presi un paio arrivando dall’angolo.»

«Non credo che prima della gara ne abbiamo parlato abbastanza, ponendo l’enfasi necessaria alla questione, quindi faremo meglio in futuro. Ultimamente eravamo stati migliori, ma oggi ci ha fatto male.»

Contro i Suns, i Lakers hanno tentato solo 8 liberi (24.3 tentativi a partita la media stagionale), con Davis – dodicesimo nella lega con 6.8 tentati a partita – mai andato in lunetta. Un aspetto che LeBron vuole sottolineare:

«Noi siamo questi. Ma tante persone, allenatori e squadre avversarie, pensano che i Lakers tentino solo di procurarsi dei tiri liberi. C’è questa narrazione secondo cui è l’unica cosa che cerchiamo. Voglio dire, abbiamo chi attacca il canestro. Questo è ciò che facciamo. Sì, tiriamo da oltre il perimetro, ma non saremo mai una squadra da 40, 50 triple a partita.»

«Non siamo quel tipo di squadra e non possiamo permetterci il lusso di esserlo. Noi puntiamo il pitturato, questo è quello in cui siamo davvero bravi. Tentare solo otto liberi non è sicuramente da noi. Sono certo che stasera sono stato colpito un paio di volte andando a canestro, ma non ho ricevuto nessun fischio… Ma le cose stanno così.»

🏀 Austin Reaves: «La gara di AD non può essere orribile»

Come spesso in stagione, Austin Reaves (14+4+4 con 2/7 dall’arco) ha parlato con i media in sala stampa. L’analisi di Hillbilly Kobe è in linea con quella del quattro volte MVP:

«Ovviamente non si vuole mai iniziare una partita in questo modo. Penso che abbiamo fatto un buon lavoro nel provare a reagire, ma ci siamo messi in una posizione difficile. Praticamente, avremmo dovuto essere perfetti per il resto della partita.»

Un passaggio da segnalare dell’intervento del numero 15 dei Lakers è la difesa di Anthony Davis, massacrato dalla critica per una gara inferiore agli standard di questa stagione:

«È stato un inizio difficile per per lui, ma teniamo conto di quello che porta sul campo: il livello d’attenzione, l’effort difensivo, i tiri contestati. Non credo chi possa considerare “orribile” il primo tempo di AD, basta considerare quello che porta nella nostra metà campo.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Mercoledì 28 e Giovedì 29 Febbraio per affrontare gli LA Clippers alla crypto.com Arena.

In copertina: LeBron James, Jusuf Nurkic e Devin Booker durante la gara tra Suns e Lakers al Footprint Center di Phoenix. (Rick Scuteri, AP Photo)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent