I Los Angeles Lakers hanno perso ancora una volta contro i Denver Nuggets. Il leitmotiv delle sconfitte gialloviola è sempre lo stesso: tre quarti e mezzo equilibrati, seguiti dall’allungo delle pepite nel finale di gara. Così è stato anche nella serata in cui LeBron James ha superato quota 40.000 punti realizzati nella regular season.

Al termine della gara Darvin Ham, Austin Reaves, Rui Hachimura ed Anthony Davis non hanno nascosto la frustrazione per le sconfitte incassate contro i campioni in carica. Le parole del quattro volte MVP, invece, sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

💬 Darvin Ham: «Loro hanno segnato, noi no»

Coach Darvin Ham non può fare altro che riconoscere, a malincuore, la superiorità di Denver:

«Loro hanno fatto delle giocate decisive, questo è ciò che fanno le squadre campioni NBA. Noi non siamo riusciti a farne abbastanza. Non solo sono grossi, sono anche attivi a rimbalzo: abbiamo concesso un paio di seconde opportunità nei momenti cruciali della gara.»

«Vorremmo vincere tutte le gare e credo che per la maggior parte della partita abbiamo giocato bene. Ma dobbiamo migliorare a rimbalzo difensivo, abbiamo fallito alcune buone conclusioni e perso qualche pallone nei momenti chiave. Dobbiamo trarre insegnamento dagli errori commessi e provare a fare meglio.»

L’allenatore dei Lakers sembra avere poche idee anche sul come invertire l’andamento delle gare contro i Nuggets, soprattutto sul come contrastare Nikola Jokic:

«Occorre lottare duramente, più a lungo possibile e sperare che sbagli [Jokic, ndr]. Devi contestarlo il più possibile. Non li affronteremo più nelle regular season, ma è una buona gara da cui trarre insegnamento. Ad un certo punto supereremo questo momento.»

«Ovviamente, vorresti sempre vincere contro i campioni in carica… E questo punto della stagione ci servono quante più vittorie possibili, ma loro sono una squadra tosta. Ci sono delle cose che sicuramente dobbiamo fare meglio.»

Dello stesso tenore le dichiarazioni di Austin Reaves:

«Denver è una squadra che esegue bene, lo sappiamo. Hanno costruito un sistema bellissimo attorno a loro due [Jokic e Murray]. Fin dagli scorsi playoff, ci hanno battuto sempre negli ultimi tre o quattro minuti delle partite. Dobbiamo capire cosa fare per invertire questa tendenza.»

«Per sconfiggerli devi essere praticamente perfetto nell’ultimo quarto. Alla fine della fiera, nessuno si dispiacerà per noi. Dobbiamo trovare una soluzione. Ogni volta che perdi sei frustrato, le vittorie e le sconfitte sono le uniche cose che contano.»

Hillbilly Kobe ritrova il sorriso quando gli viene chiesto cosa significa essere quotidianamente al fianco di LeBron James:

«La grandezza, proprio davanti ai nostri occhi.»

Anche Rui Hachimura riconosce il valore dei Nuggets:

«Siamo sempre in partita, poi negli ultimi due o tre minuti gli concediamo troppi canestri. Riescono a fare tutto ciò che vogliono. Abbiamo provato diverse difese, ma loro sono davvero una buona squadra. Chiunque può segnare e giocano l’uno per l’altro.»

«Dobbiamo continuare a costruire la nostra chimica e riusciremo a fare meglio.»

☠️ Anthony Davis: «Dobbiamo scegliere di che morte morire»

Incluso lo sweep incassato nelle scorse Western Conference Finals, i Lakers hanno subito otto sconfitte consecutive per mano dei Nuggets. Secondo Anthony Davis, i californiani devono capire cosa correggere nel caso di una nuova sfida ai playoff:

«Vincono sempre negli ultimi due o tre minuti della gara. Sempre la stessa cosa. Riescono a farci entrare in una sorta di limbo, anche non il nostro aiuto. Noi abbiamo pagato degli errori nel finale: io ho perso il controllo del pallone, la stessa cosa LeBron…»

«Negli ultimi minuti loro eseguono il loro “pacchetto” per l’ultimo quarto e noi aiutiamo troppo oppure non abbastanza. Sembra che la questa squadra sia in grado di farci pagare ogni nostro singolo errore.»

I reporter hanno chiesto se ritiene che stanno riducendo il gap con i campioni, oppure se stanno ancora cercando delle soluzioni. Tra l’altro, nel finale di gara AD è sembrato insoddisfatto dell’esecuzione difensiva di Reaves e Reddish. Prima di rispondere The Brow ci ha pensato su:

«Uhm. In un certo senso è così, perché loro fanno sempre la stessa cosa e vincono sempre. Siamo vicini per i primi 42, 44 minuti… Giusto? Poi negli ultimi quattro minuti loro fanno quello che vogliono, capitalizzando i nostri errori.»

«Ovviamente segnano canestri pesanti. Lo fanno ogni volta e sappiamo che succederà. Sanno eseguire alla grande: basta commettere un solo errore contro Murray o Jokic e ti ritrovi con i tiratori liberi, oppure con Gordon che schiaccia contro un piccolo mentre io sto aiutando un compagno. Oppure liberano un tiratore nell’angolo.»

«Praticamente devi scegliere di che morte morire.»

Infine, Davis ha commentato il traguardo raggiunto da James con una battuta:

«In questo momento, non vedo nessuno in grado di batterlo. Prima, nello spogliatoio, gli ho detto che deve finirla di infrangere record, perché noi perdiamo ogni gara in cui accade. Anche lui ha detto la stessa cosa! [ridendo, ndr]»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Lunedì 4 e Martedì 5 Marzo per affrontare gli Oklahoma City Thunder alla crypto.com Arena.

In copertina: Nikola Jokic, Anthony Davis e Rui Hachimura durante la gara tra Lakers e Nuggets alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Mark J. Terrill, AP Photo).


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent