I Los Angeles Lakers vincono 107-97 in casa contro gli Houston Rockets, ultima partita prima della fase finale dell’NBA In-Season Tournament. L’MVP gialloviola è indubbiamente Anthony Davis, autore di 27 punti, 14 rimbalzi e 5 stoppate, valevoli per la 17esima doppia doppia stagionale. Buoni anche i contributi di Austin Reaves (18 punti) e Max Christie (12 punti tirando 3/3 da tre) dalla panchina.

Leggi anche:

👏 Anthony Davis: «DLo ha fatto un grande lavoro difensivo»

Alla domanda riguardante la prestazione difensiva di D’Angelo Russell (5 rubate e tanta attività sul perimetro), Anthony Davis risponde che:

«Ne abbiamo parlato prima della partita. Sapeva che avrebbe dovuto seguire Dillon Brooks dappertutto. Ha fatto un grande lavoro stanotte, deviando e rubando palloni. Ha accettato la sfida. Tante squadre ultimamente volevano “switchare” su di lui, e ha preso questa cosa sul personale, impegnandosi molto.»

Riguardo il ritorno di Jarred Vanderbilt (13 minuti in campo per l’ex Kentucky), The Brow ritiene che:

«Per noi significa avere in campo tanta energia e attività. Ovviamente la sua abilità difensiva gli permette di difendere su più posizioni, rubare e deviare palloni e prendere rimbalzi. È stato bello averlo di nuovo in campo.»

Riguardo l’imminente quarto di finale dell’In-Season Torunament, e le motivazioni della squadra a vincere il torneo, AD risponde che:

«Siamo motivati a vincere la prossima partita. Ovviamente Phoenix è una grande squadra, non importa chi gioca (Beal sarà assente, ndr), possono vincere qualsiasi partita. Li abbiamo già sfidati due volte, dovremo mettere in campo tanta energia consapevoli che se vinceremo andremo a Las Vegas. La cosa che conta di più per noi è continuare a vincere partite.»

🏈 LeBron James: «Non penso ai Suns, domani c’è il football»

Questo il commento sulla partita di LeBron James e sull’incredibile reverse layup segnato tra due avversari nel secondo quarto:

«Sono rimasto sorpreso dell’energia che abbiamo messo in campo, essendo la prima partita in casa dopo un road trip. Ogni volta che si torna da un viaggio di otto giorni, la prima partita in casa è sempre difficile, ma abbiamo trovato energie che mi hanno sorpreso. Riguardo il layup, io tento solo di fare le giocate giuste. Sentivo che era la migliore soluzione per terminare l’azione. Sono sicuramente contento di esserci riuscito e anche il pubblico è esploso.»

Alla domanda riguardo il rientro degli infortunati e la prestazione di Cam Reddish, il Re risponde così:

«Vogliamo essere sani. Più siamo sani e più possiamo capire cosa siamo in grado di fare. Avere una panchina lunga è stato bello, ed è stato bello avere di nuovo Vando, significa tanto per noi. Cam è un grande, è un grande. Ci è mancato molto a OKC, ha un grande talento nello stare sulla palla e sporcare le giocate degli avversari. Probabilmente è uno dei leader della Lega per deviazioni (top 30, ndr) e rubate (top 20, ndr).»

Anche al quattro volte MVP viene ovviamente domandato quali siano le motivazioni della squadra in vista del quarto di finale contro i Suns:

«Voglio essere onesto: adesso non penso a martedì. Penso a domani, c’è il football. I miei Browns saranno in città (contro i Rams, ndr) e andrò a vederli. Stasera penso a bere un bottiglia di vino. Potrò rispondere meglio a questa domanda lunedì, chiedetemelo ancora lunedì, adesso sono stanco.»

Riguardo il battibecco con Udoka, costato l’espulsione al coach dei Rockets, risponde con una battuta:

«Abbiamo parlato del giorno del Ringraziamento e di quanto ci siamo divertiti. È stato amichevole.»

⛔ Darvin Ham: «Difensivamente siamo stati attenti»

Il coach gialloviola commenta così la partita e la prestazione difensiva della squadra e il rientro degli infortunati:

«Abbiamo spostato l’attenzione sui dettagli, difensivamente siamo stati attenti sia sulla palla che lontano da essa, abbiamo difeso bene il ferro e preso rimbalzi. Abbiamo comunicato e difeso su tutta la lunghezza dei loro possessi, concedendogli solo tiri alla fine dei 24″. Abbiamo grande atletismo e stazza sugli esterni, tra Taurean, Max, Cam e Vando e considerando anche LeBron, AD e Rui. Abbiamo una pletora di ragazzi veloci, grossi e atletici, ed è frustrante non averli sempre tutti a disposizione. Presto li riavremo tutti, e stanotte è stato un piccolo anticipo di quello che potremo essere.»

Anche a Darvin Ham viene chiesto un commento sul layup in 360 di LeBron:

«Gli ho visto fare cose fantastiche. Giocate come queste te le puoi aspettare da lui, ma la cosa più impressionante è il punto della carriera in cui le fa. Abbatte barriere ogni giorno, la sua passione per il gioco lo porta a guidare i compagni e a stringersi a loro. È divertente fare parte di questo.»

Ritornando sulla difesa, coach Ham racconta che:

«Ne abbiamo parlato prima della partita, avremmo dovuto essere energici e disciplinati. I ragazzi hanno eseguito il game plan, DLo è stato attivo in post, AD ha protetto il ferro come al solito, LeBron volava su e giù per il campo, deviando e rubando molti palloni. I ragazzi hanno giocato insieme, avere nuovi corpi in campo ci ha reso più sicuri. Siamo solo alla 21esima di 82 partite, il processo è ancora all’inizio, ma coprendoci l’un l’altro potremo diventare una difesa élite.»

💪 Vanderbilt: «Ero un po’ arrugginito». Christie: «La difesa nel 2° quarto è stata fenomenale»

Intervistato negli spogliatoi della crypto.com Arena, Jarred Vanderbilt commenta così il ritorno in campo:

«Mi sono sentito bene. Ogni volta che si ritorna in campo è sempre una bella sensazione. Ero un po’ arrugginito, ma ho cercato di riprendere subito il ritmo cercando di costruire la giusta chimica con i miei compagni.»

Anche Max Christie commenta la prova difensiva della squadra:

«La difesa nel secondo quarto è stata fenomenale, se confrontata con quella del primo. Loro hanno segnato 30 punti nel primo quarto e solo 14 nel secondo, gli abbiamo dimezzato la produzione e preso il controllo della partita. La difesa è uno dei motivi per i quali sono in campo e cerco sempre di dare il meglio e mettere tutto l’impegno possibile.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Martedì 5 e Mercoledì 6 Dicembre per affrontare i Phoenix Suns alla crypto.com Arena.

In copertina: LeBron James e Dillon Brooks durante la gara tra Lakers e Rockets alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Ronald Martinez, Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Simone Stefanini

Categories:

Our Podcast
Most Recent