Chiuso il road trip con la sconfitta contro i Thunder, i Los Angeles Lakers 💜💛 (11-9) tornano tra le mura amiche per disputare la terza sfida stagionale contro gli Houston Rockets (8-8). Ad inizio novembre i texani vinsero nettamente tra le mura amiche, dieci giorni nella Città degli Angeli i californiani s’imposero al fotofinish.

Si svuota finalmente l’infermeria dei gialloviola: l’unico indisponibile è Gabe Vincent, mentre Vanderbilt è disponibile per la prima volta in stagione. Ham torna al quintetto composto da Russell, Prince, Reddish, James e Davis. Udoka, privo di Amen Thompson e Victor Oladipo, replica con VanVleet, Jalen Green, Brooks, Smith Jr. e Sengun.

Leggi anche:

🏀 Lakers vs Rockets: Recap

In avvio i californiani colpiscono da tre con Taurean Prince, poi faticano a muovere il punteggio a causa degli errori di James (0/2 dall’arco e una persa) e Davis (tre errori vicino al canestro). Viceversa, Houston produce con tutti gli starter – ad eccezione di VanVleet – e si porta subito avanti con Jalen Green e Sengun. LeBron scalda i motori e completa il gioco da tre punti per il 12 a 18 a metà primo quarto.

I Rockets allungano (+9) con Aaron Holiday, ma i Lakers annullano subito lo svantaggio: Christie colpisce da oltre l’arco, Russell attacca il pitturato e The Brow segna tre volte dopo lo 0/6 iniziale. Nel finale arriva l’esordio stagionale di Jarred Vanderbilt, ma il quintetto scelto da Ham (AR, Max, Vando, Wood e AD) fatica e costruisce solo tre pullup fuori ritmo di Reaves. I canestri di Sengun e Green chiudono la frazione, con L.A. sotto 25 a 30.

Gli angeleni annaspano contro la difesa schierata e muovono il punteggio solo con due jumper di James e tre liberi di Reaves. I texani restano avanti con Tari Eason e VanVleet, poi anche le loro percentuali iniziano a calare poiché i californiani alzano l’intensità difensiva. Un layup di Cam Reddish e l’and one di Hillbilly Kobe valgono il 37-38 a 6:45 dall’intervallo lungo.

Col rientro di Anthony Davis i gialloviola cambiano passo. AD realizza il floater del sorpasso, poi stoppa VanVleet e consente a Reaves di schiacciare in transizione. I Rockets barcollano e i Lakers scappano via col reverse layup di Austin, seguito dalle bimani di Christie e Davis.

Coach Udoka prova a scuotere i suoi con un timeout e facendosi fischiare un tecnico, ma non sortisce effetti. Davis segna quattro liberi, Austin Reaves colpisce da tre e subito dopo piazza la combo steal & fastbreak. Cinque punti di Fred VanVleet fermano il parziale losangelino, poi LeBron James chiude il tempo con un incredibile 360° reverse layup: 60-44 all’intervallo lungo.

🔄 I Lakers controllano i Rockets

Al rientro in campo entrambe le squadre non brillano in attacco: i jumper falliti superano quelli realizzati e non mancano gli errori gratuiti. I texani provano a ridurre il passivo con le triple di Sengun e Dillon Brooks, i californiani controllano senza troppi affanni grazie alle giocate di D’Angelo Russell e alle schiacciate di AD: 68-56 con 6:46 sul cronometro.

I Lakers incrementano il vantaggio con cinque punti di Prince e Christie, poi sprecano qualche possesso consentendo ai Rockets di accorciare con Smith Jr., VanVleet ed Alperen Sengun. Dopo aver sprecato un paio di transizioni, nell’ultimo minuto Reaves torna in cattedra: prima segna un layup, poi cattura un rimbalzo offensivo consentendo a Max Christie di segnare da tre sulla sirena: 86-72 a fine terzo quarto.

I californiani provano a chiudere la gara con le giocate d’energia: Reddish scippa un rimbalzo a Brooks e completa un gioco da tre punti, James recupera un pallone e subito alza l’alley-oop per Jaxson Hayes. La gara poi diventa nervosa e Cam, LeBron e Ime Udoka si beccano un tecnico. Per il coach si tratta del secondo e inevitabilmente viene espulso. 97-82 a 6:20 dalla sirena.

VanVleet e Brooks ci credono ancora, ma i loro compagni sbagliano tutto per cui un altro paio di schiacciate di Davis mettono fine alla contesa. Dopo le triple di VanVleet e Prince entrambi i coach svuotano le panchine. Nel garbage time i Lakers realizzano solo un libero con Christian Wood, mentre i Rockets dimezzano il passivo con Holiday e Cam Whitmore. 107 a 97 è il punteggio finale, Lakers Win!

📊 Stats & Box Score

Davis chiude con 27 rimbalzi (10/22 al tiro e 7/9 ai liberi), 14 rimbalzi, 3 assist, 5 stoppate e 1 persa in poco meno di 37 minuti di gioco. Per James 16 punti (7/17 dal campo, 0/4 dall’arco e 2/5 dalla lunetta), 4 rimbalzi, 7 assist, 2 stocks e 5 turnover in poco più di 35 minuti sul parquet. Buone prove per Russell (9+2+7 con 5 recuperi e nessuna persa), Prince (11+6+1 con 3/5 da tre e 2 recuperi) e Reddish (11+5+1).

Dalla panca bene Reaves (18+4+1 con 6/11 al tiro e 3 recuperi) e Christie (12+7+2 con 3/3 dalla lunga distanza). Poco meno di 14 minuti per Vanderbilt (0/2 da tre, 4 rimbalzi e 1 assist), si vedono poco Wood (1+2+1) ed Hayes (2 punti e 3 falli in 6 minuti). Garbage time per Hood-Schifino e Lewis, non entrato Rui Hachimura.

Il top scorer dei Rockets è VanVleet (22+5+7). In doppia cifra anche Sengun (21+13+5 con 8/25 al tiro), Holiday (11+1+3), Green (10+7+2 con 4/15 dal campo), Smith Jr. (10+9+3) e Brooks (10+2+1).

Box Score at NBA.com

📺 Lakers vs Rockets: Highlights

🗨️ Post Game Quotes

🏆 Lakers vs Rockets: Fan Survey

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Martedì 5 e Mercoledì 6 Dicembre per affrontare i Phoenix Suns alla crypto.com Arena.

In copertina: Anthony Davis durante la gara tra Thunder e Lakers alla crypto.com di Los Angeles. (Adam Pantozzi, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent