I Los Angeles Lakers hanno battuto per 106 a 103 gli LA Clippers, i gialloviola hanno vinto il secondo “derby” losangelino trascinati da LeBron James ed Anthony Davis. Durante la gara, il quattro volte MVP ha realizzato una super schiacciata, definita da Stu Lantz «dunk of the century!» in virtù del chilometraggio del Prescelto. Come spesso accaduto nelle ultime gare, le due stelle dei Lakers hanno parlato con i media direttamente dagli spogliatoi.

In sala stampa hanno dialogato con i media coach Darvin Ham, Taurean Prince e Christian Wood, le loro dichiarazioni sono disponibili in questo articolo.

Leggi anche:

〰️ Anthony Davis: «C’interessava solo vincere, non conta ciò che posso ma che possiamo fare per migliorarci l’un l’altro»

Al termine di una gara, l’ennesima, che lo ha visto protagonista (22 punti con 10/15 al tiro, 10 rimbalzi e 4 stocks), Anthony Davis ha aperto la sua intervista parlando dell’approccio alla gara avuto da sé stesso ed i compagni.

«Essenzialmente abbiamo giocato duro, molto forte. Era come se c’interessasse solo di vincere, se avessimo bisogno solo di quello. Abbiamo iniziato bene sotto entrambi i ferri riuscendo a fare il nostro gioco ed essere competitivi. Avevamo discusso molto nel pre-partita e siamo riusciti a metterlo in pratica per vincere stasera.»

«D-Lo, Taurean, Cam hanno fatto tutti una grandissima partita. Specialmente TP [Taurean Prince, ndr], ci serve tutta la sua esperienza in partite del genere. Se tutti i ragazzi giocano sempre a questo livello, il percorso per vincere dei trofei si semplifica e ovviamente anche il gioco per me e LeBron.»

«Sin da inizio gara sono stati tutti molto collaborativi, ci hanno aiutato ad ampliare le spaziature e prendere tiri importanti. Ci hanno spianato la strada per mettere in pratica le nostre giocate e permetterci di capitalizzare tante occasioni.»

Davis ha continuato la sua finestra mediatica esponendo la propria opinione sul prosieguo stagionale e sul come lui ed i suoi compagni di squadra dovranno prepararsi ad affrontare ogni sfida da qui a fine anno, partendo dalla prossima contro i Toronto Raptors.

«Giochiamo in una lega molto competitiva, in cui è difficile vincere ogni singola partita. Tra l’altro eravamo reduci da quattro sconfitte consecutive, molto sentite da parte nostra. Servirà migliorare ancora, perciò osserveremo in sala film quanto di buono fatto oggi per vincere questa partita.»

«Sarà importante migliorarci già dalla prossima sfida contro i Toronto Raptors, dopodiché continuare a costruire una mentalità vincente giorno dopo giorno. Proseguire questo percorso, vittoria dopo vittoria, e costruire le nostre fondamenta.»

«Ognuno ha svolto il suo compito in base a quanto richiesto dal campo in quel momento: tirare se serviva una conclusione, prendere rimbalzi, creare gioco. Ci siamo comportati diversamente rispetto alla sfida contro i Grizzlies, ad esempio. Stasera tutti erano concentrati per dare il massimo e svolgere il proprio compito.»

Le ultime parole di The Brow hanno riguardato l’importanza di fronteggiare e vincere contro avversari del calibro dei Clippers e Paul George, attraverso una mentalità di crescita collettiva e dando maggior peso alle giocate di gruppo anziché quelle del singolo individuo.

«Paul George è un giocatore fenomenale. Sa crearsi occasioni in ogni modo ed essere pericoloso da ogni posizione. Riuscire a stoppare e battere un giocatore del suo calibro è sempre una cosa molto importante, che rende fieri e felici. Loro sono una grande squadra. Non pensavamo molto alla rivalità qui ad LA, eravamo più concentrati sul tornare a vincere. Ma è chiaro che vincere contro squadre e giocatori del genere fa molto piacere.»

«Abbiamo confidato molto nelle nostre doti difensive: Vando, Cam, TP sono tutti ottimi difensori sul perimetro e quest’oggi lo hanno provato alla grande. Quando si hanno tre difensori del loro livello è facile compiere certe imprese difensive. Inoltre, AR [Austin Reaves, ndr] e Wood hanno fatto chiusure e messo canestri importanti.»

«Perdere genera frustrazione. A me non interessa delle mie singole prestazioni, ho in mente solo la vittoria e come aiutare la mia squadra ad ottenerla. Posso fare una buona prestazione ma perdere la partita, quindi cerco di fare del mio meglio per aiutarmi reciprocamente coi miei compagni a migliorare. Non è quanto posso, ma quanto possiamo fare di meglio per vincere più partite.»

👑 LeBron James: «Finora abbiamo fatto schifo ma stasera è un passo nella direzione giusta»

LeBron James ha risposto alle domande di Mike Trudell direttamente dal campo di gioco, al termine del match appena vinto contro i Clippers. L’All Star dei Lakers ha approcciato l’intervista elogiando il lavoro difensivo svolto dalla sua squadra contro avversari dotati di tanto talento offensivo e la prestazione della sua squadra in generale.

«Innanzitutto, abbiamo giocato una gran partita difensiva. Aver concesso soltanto 103 punti ad una squadra con un roster del genere è una grande impresa di cui tener conto. Sono contento della mia prestazione difensiva su Kawhi Leonard: è stato importante riuscire a limitarlo e non mandarlo troppe volte in lunetta. In generale, chi si prende le responsabilità può sbagliare, ma stasera siamo riusciti a fare noi il risultato.»

«Abbiamo bisogno di giocatori come Vando, Taurean, Cam sempre presenti. Il loro apporto è fondamentale per noi, in generale tutto il supporto della second unit è essenziale per poter portare a casa la vittoria. Vando e Max [Christie, ndr] sono stati bravissimi, anche il ritorno di D-Lo è stato una marcia in più per noi: è un giocatore da grandi palcoscenici, avevamo bisogno di lui.

King James ha ribadito i concetti espressi di recente: i Lakers visti fin qui non possono che migliorare.

«Per vincere partite come questa conta molto avere cura di ogni dettaglio. Perciò è questo quello che faremo: curare la preparazione delle prossime partite fino al minimo dettaglio. Continuando così saremo una buona squadra ma.. Come ho detto recentemente, finora abbiamo fatto schifo. Ma stasera è un passo importante verso la direzione che vogliamo mantenere fissa.»

Alla domanda sui rinnovati Clippers, il quattro volte MVP – incurante delle indiscrezioni sui malumori della gestione di coach Darvin Ham – ha risposto con un endorsement all’amico Tyronn Lue:

«Hai detto i Clippers di James Harden? Nah… Questi sono i Clippers di T-Lue: è un grande allenatore, dategli tempo. Non conosce alcuna debolezza.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Martedì 9 e Mercoledì 10 Gennaio per affrontare i Toronto Raptors alla crypto.com Arena.

In copertina: LeBron James durante la gara tra Lakers e Clippers alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Andrew D. Bernstein, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent