Back-to-back fatale per i Los Angeles Lakers al Paycom Center di Oklahoma City. La rimonta subita è soprattutto figlia del roster corto, falcidiato dagli infortuni. Questo il leitmotiv dei giocatori ai microfoni degli inviati in Oklahoma.

Leggi anche:

🏀 Darvin Ham: «So cosa siamo adesso, ma sono certo di cosa saremo»

Infortuni e ottimismo. Queste le due parole chiave di Darvin Ham in sala stampa:

«Anche questa sera, nonostante tutte le assenze, ce la siamo giocata.»

«LNBA è una maratona. Siamo solo all’inizio, abbiamo ancora tanto tempo per lavorare. So quello che siamo adesso, ma sono anche certo di ciò che saremo: questo roster ha grandi potenzialità.»«Abbiamo avuto serate terribili al tiro, ma siamo riusciti ad avere un eccellente livello difensivo.»

«E’ assurdo, con il coaching staff passiamo il nostro tempo a sistemare le rotazioni a causa degli infortuni.»

Ma se c’è una cosa evidente e sotto gli occhi di tutti è la stanchezza di LeBron James e il suo minutaggio. Ad inizio stagione ci si aspettava minutaggio ridotto per lui e qualche turno di riposo. Così non è stato.

«Puoi pianificare tutto ciò che vuoi, ma alcune circostanze ti fanno saltare i piani. Possiamo anche programmare di non farlo giocare per più di 30 minuti, ma se la partita dovesse essere punto a punto sicuramente vorrebbe giocare.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

💬 Austin Reaves: «Dobbiamo lavorare duro sul tiro da tre»

Per Hillbilly Kobe il tiro da tre è il problema più grosso dei Lakers attuali. Il suo 31% da tre ne è la dimostrazione, così come il 33% di squadra dei gialloviola, penultimi nella lega davanti solo ai Grizzlies.

«Dobbiamo lavorare al tiro da tre, stiamo tirando malissimo. Stiamo costruendo ottimi tiri, non forziamo quasi mai la conclusione»

«Dobbiamo riuscire a fare “click”, perché abbiamo ottimi tiratori in squadra. Sono certo che miglioreremo»

Il primo “giro di boa” è stato superato, le prime venti partite di regular season sono passate. In sala stampa è già tempo di primi bilanci

«Come posso fare un bilancio realistico? Troppi infortuni per valutare questo roster. Sono certo che, a roster completo, saremmo qui a parlare di una classifica molto diversa.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

👑 LeBron James: «Sono fiero della dedizione avuta da mio figlio per rientrare»

È un LeBron James diviso fra stanchezza ed emozione: il back-to-back si fa sentire nel corpo e nelle gambe del numero 23 gialloviola, ma l’emozione del ritorno sul parquet di suo figlio Bronny supera stanchezza e sconfitta.

«Non ha avuto fretta di rientrare, ha fatto tutto quello che doveva con estrema dedizione.»

Non ci resta che aspettare l’esordio di Bronny in maglia Trojans. E se le sue partite dovessero coincidere con quelle dei Lakers?

«Se la partita dei Lakers dovesse coincidere con la sua, ho già detto ai miei compagni di squadra che salterò la partita. La famiglia viene prima di qualsiasi cosa Non voglio perdermi un istante di mio figlio in campo.»

Al momento le partite dei Lakers coincidenti a quelle di USC sono le sfide contro Hornets (28/12), Timberwolves (30/12), Heat (3/1/24), Jazz (13/1/24), Mavericks (17/1/24) e Warriors (27/1/24).

Ma tornando al match contro i Thunder, cos’è accaduto in campo ai gialloviola? Per il prescelto, anche l’età ha fatto la sua parte

«Abbiamo giocato bene il primo quarto poi si sono cominciate a notare le assenze. Le tre partite in quattro sere, specialmente quando giochi contro una squadra giovane come OKC, la stanchezza la senti ancora di più.»

«So bene cosa siamo ognuno di noi singolarmente, ma non sappiamo cosa siamo come squadra. Siamo in 11 e non abbiamo mai avuto il roster al completo. È pazzesco.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Sabato 2 e Domenica 3 Dicembre per affrontare gli Houston Rockets alla crypto.com Arena.

In copertina: LeBron James durante la gara tra Thunder e Lakers al Paycom Center di Oklahoma City. (Alonzo Adams, USA TODAY Sports)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent