I Los Angeles Lakers hanno battuto gli Oklahoma City Thunder per la terza volta in stagione, oltre ai soliti noti – LeBron James ed Anthony Davis – i gialloviola hanno beneficiato dell’ottima prova del supporting cast, con D’Angelo Russell e Austin Reaves sugli scudi.

Al termine della gara il quattro volte MVP e The Brow hanno parlato con i media dagli spogliatoi. Le dichiarazioni in sala stampa di Darvin Ham, DLo e Hillbilly Kobe sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

👑LeBron James: «Sappiamo dove possiamo arrivare»

Parlando con i giornalisti direttamente dagli spogliatoi, LeBron James (19+11+8 con 7/14 dal campo) ha sottolineato la qualità degli avversari e l’ottima prestazione difensiva della squadra nel contenere il talento offensivo di Gilgeous-Alexander e compagni:

«Siamo riusciti a competere ad altissimo livello in fase difensiva, contro una delle squadre più difficili da affrontare in single coverage. Sono un’ottima squadra, capace di realizzare canestri sia dal pitturato che dal perimetro. Li abbiamo affrontati al meglio, sfruttando la nostra fisicità e non concedendo loro seconde opportunità al tiro.»

«Catturare i rimbalzi è stato uno dei fattori fondamentali: ne avevamo parlato nel pre-gara. Se non si concedono seconde opportunità a squadre del genere si riesce a limitarne il peso offensivo. Inoltre, prendendo quei rimbalzi ci siamo concessi diverse occasioni per andare in transizione.»

«Sappiamo che quando ognuno di noi gioca bene, al proprio livello, riusciamo ad essere davvero un’ottima squadra, con buona qualità nel possesso palla e nel produrre giocate offensive. Ritengo che tutti abbiano reso oltre le aspettative: TP [Taurean Prince, ndr] e Spencer in uscita dalla panchina, anche DLo era on fire oggi. Anche il resto della second unit, tutti oggi hanno messo in pratica una prestazione sensazionale.»

Il Prescelto poi si è soffermato sull’importanza di D’Angelo Russell all’interno dei roster angeleno in vista del finale di regular season e dei playoff (si spera):

«Sappiamo che ogni partita si evolve in maniera diversa e rappresenta una storia a sé. OKC è una delle migliori squadre della NBA, offensivamente parlando, ed abbiamo fatto un ottimo lavoro a contenerli, dal primo all’ultimo minuto. Adesso, però, pensiamo già alla prossima partita.»

«Nei giorni scorsi abbiamo parlato dell’importanza di D’Angelo per noi ed il nostro gioco. La sua capacità nel trovare ripetutamente il canestro ci aiuta a rimanere in partita quando il resto della squadra sta rifiatando e non riesce ad essere efficace sotto il ferro avversario.»

«Oggi è riuscito ancora una volta a farcela, realizzando una sequenza di canestri da oltre l’arco. Lo conosciamo, sappiamo bene cos’aspettarci da lui e quanto possa influenzare le partite: i suoi cambi di ritmo saranno fondamentali da ora a fine stagione.»

Infine, il quattro volte MVP ha elogiato la prestazione di Austin Reaves, che ha avuto l’arduo compito di marcare per tanti possessi Shai Gilgeous-Alexander.

«Shai è uno dei migliori giocatori della lega. L’unica cosa da fare contro di lui è cercare di limitare il numero di falli e quindi il numero di liberi concessi. Austin ha fatto un ottimo lavoro in marcatura contro di lui.»

«È rimasto concentrato dal primo all’ultimo minuto, così come gli altri che lo hanno sostituito quando è stato in panchina. Ha limitato Shai e Jaylen Williams, rendendo loro la vita difficile al tiro e contestando ogni loro conclusione a canestro. Austin ha difeso ottimamente il nostro ferro, mettendo a referto una prestazione brillante.»

〰️Anthony Davis: «Ai Playoff sarà tutta un’altra storia»

Autore di una prestazione da 24 punti, 12 rimbalzi, 4 assist e 4 stocks, anche Anthony Davis ha parlato alla stampa direttamente dallo spogliatoio. AD ha sottolineato l’importanza della grande prova collettiva espressa contro un avversario importante, mantenendo però una netta separazione tra i risultati attuali e le sfide che avverranno nella post-season.

«Abbiamo affrontato una delle migliori squadre offensive, con giocatori capaci di segnare canestri in ogni situazione. Difensivamente siamo stati impeccabili, specialmente nelle singole marcature. Limitare un giocatore come Shai non è mai un compito facile, ma anche Williams, Lu Dort, Chet Holmgren sono tutti dotati di ottimo footwork e taglia vicino il ferro.»

«Aver vinto tre delle quattro sfide contro OKC conta molto per noi. Significa che ci siamo fatti trovare spesso pronti ed efficaci. Nello sfidare squadre di questo livello il posto occupato in classifica conta relativamente: dalla prima alla sesta, sono tutte squadre eccellenti, difficili da affrontare e da battere.»

«Può essere un segnale importante in vista dei playoff, ma non ci baseremo su questo. Sappiamo che nella post-season sarà tutta un’altra storia, con i giocatori che daranno il meglio di loro stessi, raggiungendo livelli nemmeno sfiorati in regular season. Per adesso pensiamo ad affrontare al meglio ogni avversario che ci troviamo di fronte, uno alla volta.»

Parlando della prestazione collettiva dei gialloviola, anche The Brow si è soffermato ad elogiare quelle messe a referto da Austin Reaves, sia in fase offensiva che nel limitare Shai Gilgeous-Alexander, che di D’Angelo Russell:

«Shai è un giocatore molto talentuoso, a cui piace sfruttare molto le sue abilità tecniche e la sua velocità. Punta spesso il difensore e lo disorienta con delle finte, di corpo o del pallone. Perciò Austin ha fatto davvero un lavoro eccellente nel limitarlo, ma anche il resto della squadra quando AR era in panchina. Gli abbiamo reso la vita difficile al tiro, non concedendogli troppi tiri dalla lunetta.»

«DLo ha dimostrato ancora una volta che può risultare decisivo in qualsiasi momento di ogni partita. Durante la sua scoring run, una volta messe dentro le prime due triple sapevamo che sarebbe arrivata la terza. Sono cose che ci aspettiamo da un giocatore con tanto talento, specialmente al tiro.»

Infine, l’All Star gialloviola ha concluso la propria intervista esprimendo le proprie opinioni in vista delle sfide di alto livello previste in calendario, partendo da quella, doppia, contro i Sacramento Kings.

«La prossima partita contro i Sacramento Kings sarà una tappa fondamentale. Li affronteremo due volte nell’arco di una settimana e saranno due partite importanti, che entrambe le squadre proveranno a condurre ad alto ritmo. Ma dobbiamo pensare a vincere per spingerci sempre più in alto.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Mercoledì 6 e Giovedì 7 Marzo per affrontare i Sacramento Kings alla crypto.com Arena.

In copertina: Austin Reaves e LeBron James durante la gara tra Lakers e Thunder alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Andrew D. Bernstein, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent