Tornati al successo contro i Bucks, i Los Angeles Lakers 💜💛 (35-30) affrontano i Minnesota Timberwolves (44-20), seconda forza della Western Conference e vittoriosa in entrambi i precedenti stagionali.

I gialloviola sono privi di Cam Reddish, Jarred Vanderbilt, Gabe Vincent e Christian Wood. Tante assenze anche per la franchigia di Minneapolis, che non dispone di Kyle Anderson, Rudy Gobert, Monte Morris e Karl-Anthony Towns. Ham torna al quintetto composto da Russell, Reaves, James, Hachimura e Davis; Finch replica con Conley, Edwards, Alexander-Walker, McDaniels e Reid.

Leggi anche:

🏀 Lakers vs Timberwolves: Recap

In avvio il ritmo è forsennato ed entrambe le squadre trovano il canestro con facilità: Minnie muove il punteggio con le giocate di Jaden McDaniels, Reid ed Alexander-Walker; i losangelini rispondono con i canestri – assistiti dall’ottimo Davis – di Reaves, Russell e Rui Hachimura. Dopo un tentativo di monster dunk di Edwards su AD, James e Alexander-Walker fissano il 18-17 con 5:45 sul cronometro.

Con l’avvio delle rotazioni il PACE della gara resta elevato, anche le percentuali dei Timberwolves calano mentre i Lakers commettono troppi errori gratuiti. La squadra di Darvin Ham produce con Hachimura e Davis, quella di Chris Finch replica con le triple di Reid, McLaughlin e Garza. Una bimane e due liberi dell’onnipresente The Brow (11+3+4 con 5 stocks e 3 turnover) chiudono il quarto, con L.A. avanti 32 a 28.

James e Russell guidano la second unit californiana, il duo produce poco in prima persona ma riesce a servire i compagni: LeBron spinge la transizione, DLo gioca a due col positivo Jaxson Hayes. Minnesota fatica in difesa, mentre in attacco rimane precisa da oltre l’arco segnando con Conley, Reid (due volte) e Jordan McLaughlin: 47-45 a sette minuti dall’intervallo lungo.

I Lakers cercano l’allungo con le triple di Austin Reaves (due) e Hachimura, ma i Timberwolves restano incollati capitalizzando con Alexander-Walker ed Edwards le tante perse angelene. I californiani ci riprovano con James e un paio di magie di HillBilly Kobe, ma gli ospiti non mollano e replicano con McLaughlin e l’inarrestabile Naz Reid (già 21 punti con 5/7 da tre): 69 a 68 a metà gara.

🔄 I Lakers rispondono al sorpasso dei Timberwolves

Al rientro in campo LeBron James prende il controllo delle operazioni: prima colpisce da tre, poi attacca un paio di volte il canestro. Infine, segna i liberi che obbligano Finch al timeout. Russell, dall’angolo, sigla il massimo vantaggio (+13), tuttavia Nickeil Alexander-Walker (altre due triple) e Warren riducono immediatamente le distanze: 83-78 con 6:26 sul cronometro.

Un libero di AD ferma il digiuno dei suoi, ma i Lakers continuano a sbagliare e subiscono il sorpasso dei Timberwolves, alimentano dai canestri di Anthony Edwards. Un putback di Hayes ferma il parziale degli ospiti (15-1 in 5:14), che restano avanti con Reid e una tripla di Ant-Man. I canestri di Anthony Davis e Garza chiudono il quarto, con L.A. sotto 91 a 92 con dodici minuti da giocare.

Ham schiera gli starter – ad esclusione di Taurean Prince per Hachimura – e la scelta paga, poiché i cinque gialloviola realizzano un canestro a testa, mentre Minnesota segna dalla lunetta con Mike Conley. Entrambe le squadre sono aggressive in difesa e per qualche minuto non si segna più, poi i losangelini scappano via con cinque punti di The Brow e una tripla di Reaves: 112-96 con 5:56 da giocare.

I Timberwolves provano a rientrare in partita con le triple di McLaughlin (due) ed Edwards, ma i Lakers – pur sbagliando qualcosa – restano avanti con un paio di canestri di James. Quattro liberi di LeBron regalano 79″ di gloria alle terze linee. I liberi di Luka Garza fissano il punteggio finale: 120 a 109, Lakers Win! Era dal 16 Maggio 2021 (42-30) che i losangelini non avevano sei vittorie in più del 50%.

📊 Stats & Box Score

Nel giorno del suo compleanno Davis ha chiuso con 27 punti (9/17 al tiro e 9/13 ai liberi), 25 rimbalzi di cui 10 offensivi, 5 assist, 7 recuperi, 3 stoppate e 3 turnover in poco più di 39 minuti. In questo approfondimento trovate tutti i record infranti da The Brow. Per James 29 punti (10/16 dal campo, 2/4 dall’arco e 7/9 dalla lunetta), 8 rimbalzi, 9 assist e 5 perse in quasi 38 minuti sul parquet.

Chiudono in doppia cifra anche Reaves (19+6+4 con 3/6 dall’arco), Hachimura (15+2+3) e Russell (13+3+6 con +21 di Plus/Minus). Buona prova per Prince (6+3+1) ed Hayes (9+5 senza errori al tiro), si vedono meno Dinwiddie (1 rimbalzo, 1 assist e 3 errori al tiro) e Christie (2 rimbalzi e 2 perse). Garbage time per Giles III, Mayes e Lewis.

I top scorer dei Timberwolves sono Edwards (25+7+7 con 10/23 dal campo e 4 stocks) e Reid (25+5+3 con 9/17 al tiro e 4 stoppate). In doppia cifra anche Alexander-Walker (15+7+5), McLaughlin (12+4+2 con 4/9 dall’arco) e McDaniels (10+6+1 con 5/17 dal campo). Male Conley: 9 punti, 3 rimbalzi e 6 assist con -24 di Plus/Minus.

Box Score at NBA.com

🗨️ Post Game Quotes

📺 Lakers vs Timberwolves: Highlights

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (3:00 🇮🇹) tra Mercoledì 13 e Giovedì 14 Marzo per affrontare i Sacramento Kings al Golden 1 Center.

In copertina: Anthony Davis stoppa Jaden McDaniels durante la gara tra Lakers e Timberwolves alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Adam Pantozzi, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent