I Los Angeles Lakers sono tornati al successo conquistando un netto successo contro gli Atlanta Hawks, superati 136 a 105. La gara è stata equilibrata nel primo quarto, poi i californiani hanno allungato nel secondo per poi dilagare nel finale.

Oltre a Darvin Ham, in sala stampa hanno parlato con i media anche Austin Reaves e D’Angelo Russell. LeBron James non ha rilasciato dichiarazioni, mentre le parole di Anthony Davis sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

💬 Darvin Ham: «Continuare così su entrambi i lati del campo»

Al termine della gara vinta contro gli Hawks, come di consueto Darvin Ham ha parlato con i media in sala stampa. L’allenatore gialloviola ha ribadito l’importanza di un gioco corale lungo tutto il corso della sua intervista, soffermandosi sul lavoro che lui ed i suoi ragazzi dovranno realizzare per poter migliorare.

«Sono davvero felice della prestazione dei ragazzi, su entrambi i lati del campo. C’era molto da tenere a bada, specie sotto il nostro ferro. Avevamo discusso nel pre-gara dell’importanza di difendere il nostro canestro e prendere rimbalzi difensivi. Per la maggior parte della partita penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro.»

«È stato fondamentale far circolare il pallone: terminare con 39 assist è pazzesco. Continuando in questo modo, decidendo velocemente cosa fare, avremo serate come questa con ben 6 uomini in doppia cifra e 39 assist a referto, un numero enorme. Perciò penso che sia stata una grande serata, su entrambi i lati del campo. »

«DLo da parte mia ha un’intera stanza verde quando è al tiro da oltre l’arco. Non soltanto una luce, ma un’intera stanza. La sua precisione al tiro è fondamentale per noi e noi ne abbiamo bisogno, di ogni singolo sprazzo.»

Il coach dei Lakers ha spiegato in seguito come intende sfruttare i giorni liberi [tre, ndr] in attesa del prossimo appuntamento di regular season:

«Avremo modo di compattare le cose, sia in fase offensiva che difensiva. Ci sono alcune novità che vogliamo apportare su entrambi i versanti ed adesso avremo tempo per poterle studiare con calma.»

«Osserveremo i filmati per comprendere quale sia la nostra miglior versione. Avranno un giorno per stare insieme alle loro famiglie, nella speranza che possano recuperare meglio. Ma una volta che saranno tornati, mercoledì, dovranno avere la consapevolezza di essere migliori.»

«Conta poco ciò che accade attorno a noi nella lega o nei pressi della nostra posizione. Se non siamo la nostra miglior versione, prendendoci cura dei nostri interessi, allora a nulla saranno valsi tutti gli sforzi fatti fin qui.»

Infine, Darvin Ham ha concluso l’intervista lodando ancora una volta il lavoro dei big three losangelini: Davis, James e Russell:

«LeBron ci guida in ogni situazione di gioco: pick-and-roll, catch-and-shoot, in transizione… Sia lui che AD, i due capitani, provano sempre a farsi sentire coi compagni, mantenendoli concentrati. Entrambi stanno facendo un gran lavoro dettando il passo ai compagni.»

«DLo, come ho detto, sta facendo benissimo. Voglio che sia aggressivo al massimo possibile dal perimetro, affinché sfrutti tutte le sue capacità. Per noi è fondamentale. Contro squadre che si aprono tanto, specie nei blocchi, il suo apporto è essenziale: la sua abilità al tiro, unita alla sua efficienza sono letali.»

🏀 Il commento di Austin Reaves e D’Angelo Russell

Dopo l’allenatore, in sala stampa – in coppia – hanno parlato D’Angelo Russell ed Austin Reaves. DLo sta tirando col career-best da oltre l’arco (41.9%, quattordicesimo in NBA) e contro Atlanta ha superato Eddie Jones all’ottavo posto nella classifica All-Time gialloviola per triple segnate, inoltre ha pareggiato quelle realizzate (183) da Nick Van Exel in una singola stagione (1994/95).

«Ammiro il fatto che coach Ham abbia creduto in me fino a tal punto. Mi sento come se avessi ottenuto qualcosa non facile da raggiungere. Tuttavia, per me si tratta di qualcosa che devo fare per lavoro, e che continuerò a fare per lo stesso motivo, umilmente dico che mi sembra normale.»

«Ammetto sia molto bello, anche solo saperlo, averne merito. Ho già detto sia un traguardo che non intendo sottovalutare, ma neanche snobbare o sopravvalutare. Penso sia davvero bello far parte di tutto questo.»

«Qualcosa del genere ero riuscito a farla anche a Brooklyn. Da immenso piacere poter accostare il mio nome a certe leggende, poiché dà credito al nostro gioco, il ché è tutto ciò che vogliamo ogni volta che scendiamo in campo.»

Infine, Russell ha concluso la sua finestra mediatica elogiando il compagno ed All Star, LeBron James.

«Tutti sappiamo che stiamo arrivando a fine stagione. LeBron riesce ancora ad imporsi e dominare le partite, nonostante l’età. Sia fisicamente, che mentalmente è sempre lì, pronto e concentrato: credo sia qualcosa di meraviglioso ed incredibile.»

Reaves ha parlato principalmente del poster ricevuto da Jalen Johnson durante la sfida contro gli Atlanta Hawks, analizzando le fasi istante per istante e rivelando le proprie impressioni. In primis, Austin ha scherzato con il reporter che gli ha posto la domanda, Dan Woike del Los Angeles Times:

«Questo è il motivo per cui non mi piaci. Cos’è successo? Lo hanno visto tutti! [ridono Reaves, Russell e i reporter].»

Il numero 15 dei Lakers prosegue:

«Penso sia la primissima volta che qualcuno mi schiaccia in faccia in quel modo. Ho provato a prendere uno sfondamento, ma il mio avversario era super atletico e lanciato in corsa, e alla fine ce l’ha fatta. E so che per quanto tempo continuerò a giocare a basket, sarà un rischio che dovrò correre e succederà ancora. Perciò non mi preoccupo più di tanto.»

«Tutta l’intera sequenza della giocata è partita e si è evoluta male: eravamo ad inizio partita, loro stavano portando piazzando un parziale… Mi sono ritrovato lì in mezzo e mi sono detto “OH Mer**!” Ecco come ha avuto inizio tutto.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (3:30 🇮🇹) tra Venerdì 22 e Sabato 23 Marzo per affrontare i Philadelphia 76ers alla crypto.com Arena.

In copertina: D’Angelo Russell durante la gara tra Lakers ed Hawks alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Ronald Martinez, Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent