Grazie al dodicesimo successo su quindici gare disputate da Anthony Davis contro la sua ex squadra, i Los Angeles Lakers hanno conquistato il settimo seed della Western Conference. Piegata la resistenza dei New Orleans Pelicans, ora i californiani dovranno vedersela contro i Denver Nuggets dello spauracchio Nikola Jokic.

Il numero 3 gialloviola (20+15 con 6/16 al tiro, 8/10 ai liberi e 3 stocks) ha sofferto i postumi del colpo alla schiena subito nella gara precedente, ma nel finale ha piazzato comunque un paio di giocate decisive. Al termine della partita, The Brow ha parlato della sfida passata e di quella futura, oltre ad elogiare la prova dei compagni. Di seguito i passaggi più significativi della sua postgame interview, mentre le parole di LeBron James sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

〰️Anthony Davis: «Contro Denver sarò al massimo della forma»

Come fatto anche da James, Anthony Davis ha voluto elogiare il gran lavoro svolto dal resto della squadra in una serata in cui lui e LeBron hanno tirato con il 33% dal campo:

«I miei compagni hanno dato tutto stasera. Io e LeBron abbiamo combinato 12/36 dal campo o giù di lì. DLo, Rui, Jaxson, TP AR, Gabe hanno dato l’anima per la squadra oggi, permettendoci di arrivare alla vittoria. Io e ‘Bron abbiamo commesso qualche errore di troppo, ma il modo in cui hanno giocato gli altri membri della squadra ci ha permesso di vincere.»

«Questo è ciò di cui avevamo ed abbiamo bisogno: gli avversari proveranno a marcare me e LeBron in modo da isolarci dal gioco o quanto meno limitarci, perciò conterà molto la reazione dei nostri compagni. E stasera è stata sensazionale.»

«Avere qualche giorno di riposo prima del prossimo impegno contro i Nuggets è una manna dal cielo. Stasera ho provato a forzare, testando il mio corpo per vedere se producesse spasmi lombari, ma non mi pare di averne avvertiti. Sono stato un po’ limitato nei movimenti, ma la cosa più importante era vincere. Per sabato conto di scendere in campo al massimo della forma.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

Proseguendo la sua intervista, The Brow ha parlato della sua gara introducendo anche il discorso relativo alla prossima serie di Playoff contro Nikola Jokic e compagni:

«In generale ho avuto diverse buone occasioni, varie conclusioni da sotto canestro che bastava solo metter dentro e che invece ho sbagliato stupidamente. In compenso la mia presenza nel pitturato è stata comunque determinante, per la circolazione della palla e a rimbalzo offensivo.»

«Per quanto sia stata dura per me, sono riuscito comunque a dare il mio contributo. E per fortuna ce l’abbiamo fatta, siamo riusciti a portare a casa questo primo obiettivo. Adesso abbiamo qualche giorno per tornare alla normalità e prepararci per sabato.»

«Contro i Nuggets sarà necessario mettere in campo tutta la nostra grinta e giocare dando il massimo, soprattutto in fase difensiva. Dovremo guardarci le spalle l’un l’altro. Non che non lo avessimo fatto nel corso della stagione, ma negli ultimi mesi la compattezza e coesione del nostro gruppo sono giunte a livelli mai visti, giocando tante partite insieme. Siamo riusciti a conoscerci meglio, ad imparare le movenze reciproche.»

Il numero 3 dei Lakers ha parlato dei più importanti aspetti da migliorare in vista della serie contro i Denver Nuggets:

«Comunicare tra noi è stato e sarà fondamentale, specie durante i timeout. Dovremo affrontare al meglio anche i giorni in cui riposeremo e staremo lontano dal parquet, cercando di ricordarci sempre dove vogliamo arrivare. Difensivamente abbiamo fatto bene finora e dovremo continuare a farlo contro un avversario eccellente nella fase offensiva.»

«Confidiamo moltissimo nella difesa, che è ciò che ci aiuta a portare a casa le vittorie. Avremo molto lavoro da fare nel cercare di limitare il loro talento offensivo, dato che hanno a disposizione giocatori come Jokic, Porter Jr., Jamal Murray, KCP ed altri. Ma se continueremo ad affrontare le sfide avendo fiducia reciproca e riuscendo a trovare il ritmo saremo capaci di crearci ottime opportunità.»

Infine, le ultime domande poste ad Anthony Davis hanno riguardato le prestazioni di D’Angelo Russell e Zion Williamson.

«Cestisticamente parlando DLo è una cima, un giocatore dotato di QI elevatissimo. Comunica molto con tutti noi, sa cambiare in marcatura molto bene. Stasera lo abbiamo fatto una volta su Zion Williamson in modo efficace. Un grandissimo talento, e quando è così concentrato anche in fase difensiva diventiamo una squadra davvero dura da affrontare.»

«Penso sia stato un bene per noi che Zion non abbia giocato gli ultimi minuti. Non so cosa sia accaduto, non me ne sono accorto. Noi abbiamo continuato a chiuderci bene in difesa, provando a portare a casa la vittoria. Non abbiamo dato nulla per scontato, mantenendo il nostro ritmo e livello di gioco, e questo è ciò che ci serve.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:30 🇮🇹) tra Sabato 20 e Domenica 21 Aprile per affrontare i Denver Nuggets alla Ball Arena nella Gara 1 del primo turno degli NBA Playoff.

In copertina: LeBron James, Austin Reaves ed Anthony Davis durante la gara dell’NBA Play-In Tournament tra Pelicans e Lakers allo Smoothie King Center di New Orleans del 16 Aprile 2024. (Layne Murdoch Jr., NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent