Dopo la pesante sconfitta casalinga contro i Kings, i Los Angeles Lakers hanno ritrovato la vittoria battendo a domicilio i Trail Blazers col punteggio di 107 a 95. Al termina della gara, oltre a LeBron James, hanno parlato con i media anche coach Darvin Ham ed Anthony Davis.

Leggi anche:

🔝 Darvin Ham: «LeBron James è il nostro leader»

Il primo a sedersi di fronte ai microfoni per la conferenza stampa è stato, come al solito, coach Darvin Ham. Fiero della prestazione dei suoi ragazzi, l’allenatore gialloviola ha posto sotto la lente l’importanza dei suoi due uomini fondamentali – LeBron James ed Anthony Davis – nell’aiutare a tirar fuori il meglio dai compagni.

L’allenatore dei Lakers ha infatti iniziato la conferenza parlando proprio dell’eccellente prestazione personale di The Choosen One e dell’impatto che ha avuto ed ha quotidianamente sulla squadra.

«LeBron ha condotto una partita molto diligente ed organizzata sin dall’avvio e per tutto il match. Prima del match avevamo parlato parecchio dell’importanza della sua posizione in campo su entrambi i fronti.»

«I nostri avversari sono stati ottimi al rimbalzo, specie in fase offensiva. Proprio per questo dobbiamo continuare a lavorare duro, nonostante la nostra sia tra le migliori fasi difensive. Dobbiamo ancora migliorare sotto il ferro avversario, come ovvio, ma non dobbiamo scoraggiarci.»

«Continueremo a lavorare duro, senza paura. Spinti da un LeBron in un simile stato di forma, che detta il passo non solo a sé stesso, ma facendo da esempio soprattutto ai suoi compagni.»

Dopo aver espresso la sua opinione riguardo la prestazione dei suoi uomini, ed in particolare dell’eterno King James, a coach Ham è stata chiesta un’analisi dell’evoluzione di gioco della second unit e le sue aspettative al riguardo ed anche un commento sulle condizioni fisiche di The Brow:

«Si tratta principalmente di fluidità mentale per trovare l’opzione successiva. Se i ragazzi si trovano di fronte ad un ostacolo devono essere capaci di trovare altre soluzioni: cambi di lato, switch, blocchi, pick-and-roll.»

«Per quanto riguarda AD, siamo sempre in contatto per ricevere aggiornamenti sul suo stato di forma. Mi ha detto di sentirsi bene. Nonostante mi abbia riferito di aver subito un colpo alla tibia è comunque in un ottimo stato di forma.»

«Anche se non al 100%, vuole sempre scendere in campo e dare il suo contributo: è un gran esempio per i più giovani. Solo lui può dirci come si sente realmente, ma guardando le statistiche posso dire che questa è stata davvero una gran partita per AD, giocata ai suoi livelli.»

Avendo toccato la tematica riguardante lo stato di salute ed in generale delle prestazioni di Davis, le domande successive sono state circa l’importanza del rapporto tra l’ex NOLA e LeBron. Infine, il coach ha chiuso la sua finestra mediatica facendo un primo resoconto stagionale in vista dei prossimi impegni e degli aggiornamenti dall’infermeria gialloviola.

https://platform.twitter.com/widgets.js

💬 Il commento di LeBron James

Le dichiarazioni rilasciate del quattro volte MVP al termine della gara tra Lakers e Trail Blazers:

〰️ Anthony Davis: «Voglio essere il leader difensivo della squadra»

Anthony Davis ha parlato con i reporter direttamente dagli spogliatoi. Autore di una prestazione da 16 punti, 14 rimbalzi, 3 recuperi e ben 5 stoppate, AD ha iniziato parlando dell’NBA In-Season Tournament e dell’importanza che esso ha per lui ed i suoi compagni.

«A questo punto vogliamo vincere tutte le partite dell’In-Season Tournament. Il suo inizio è coinciso col momento in cui siamo riusciti a ritrovare il nostro abituale ritmo di gioco. Le giocate iniziano ad ingranare meglio e possiamo costruire meglio ogni vittoria.»

«Provenivamo da una brutta sconfitta contro i Sacramento Kings, il che ci ha motivato a reagire dando il meglio oggi. Il fato ha voluto che coincidesse con una sfida dell’In-Season, favorendoci in questa competizione.»

«Volevamo a tutti i costi tornare a vincere dopo quella brutta prestazione. Era il nostro obiettivo, per tornare subito in carreggiata e poter proseguire con la striscia di vittorie. LeBron ha fatto una gran prestazione, riuscendo a segnare tanti canestri e servire al meglio chi era libero di volta in volta. Si è caricato la squadra sulle spalle con le sue giocate.»

Le domande successive sono state inerenti alle condizioni fisiche di The Brow, che tengono sempre col fiato sospeso tutto l’ambiente gialloviola:

«Sul serio? Sto bene [ride, ndr]. No, scherzi a parte, sto bene. Ogni tanto sento qualche piccolo fastidio, ma non mi limita a scendere in campo e competere dando il massimo. Riesco a concludere al ferro e tirare, questo è un ottimo segno.»

«Ho recuperato dai problemi di equilibrio e stabilità fisica, essenziali per rendere al meglio specie in fase difensiva. Anche perché so che posso e devo incidere in entrambe le fasi di gioco. Siamo anche tornati a vincere, che è la cosa che più conta. Perciò va bene così.»

Quest’ultima affermazione ha ispirato le domande successive, volte ad evidenziare, per l’appunto, le giocate difensive di AD che garantiscono solidità a tutta la squadra.

«Cerco di essere letteralmente ovunque. Sotto il canestro, nell’angolo, lungo la linea di fondo, sul perimetro o a protezione del pitturato in generale. Voglio essere l’ancora difensiva della squadra, il pilastro su cui tutti possono fare affidamento. Voglio partecipare in ogni possesso. Adesso riusciamo a giocare in maniera più corale, ed io cerco sempre di trovare la miglior giocata, per me o un mio compagno.»

«Conosco l’importanza della pressione difensiva, dell’andare in soccorso ai compagni. Spesso riesco a mettere in pratica giocate spettacolari, come le stoppate. Affronto i diretti avversari senza timore, a prescindere dalla stazza, poiché devo essere incisivo anche con i rimbalzi.»

«La solidità difensiva ha enorme influenza sulla squadra, specie nella consapevolezza dei propri mezzi. Perciò voglio essere il leader difensivo, anche se sono affiancato da compagni altrettanto efficienti in fase difensiva.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (3:30 🇮🇹) tra Domenica 19 e Lunedì 20 Novembre per affrontare gli Houston Rockets alla crypto.com Arena.

In copertina: Anthony Davis durante la gara tra Trail Blazers e Lakers al Moda Center di Portland. (Steph Chambers, Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent